Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Fugatti: ''Tre persone entrate in contatto con la famiglia contagiata ora sono in quarantena. Situazione sotto controllo, non ci sono casi trentini''

Nella mattinata di oggi, lunedì 24 febbraio, il governatore e i vertici dell'Apss si sono recati a Fai della Paganella quale testimonianza di vicinanza ma anche per ricostruire gli spostamenti della famiglia lombarda. Il presidente: "Attività sospese per precauzione"

Di Luca Andreazza - 24 febbraio 2020 - 18:03

TRENTO. "Non ci sono cittadini trentini che presentano sintomi". Così Maurizio Fugatti, presidente della Provincia, per tracciare un bilancio sulla situazione nell'emergenza della diffusione del coronavirus.

 

"La famiglia risultata positiva ieri - aggiunge il presidente - ha deciso volontariamente di rientrare in Lombardia e ci siamo messi a disposizione con le strutture sanitarie per procedere in questo senso".

 

Nella mattinata di oggi, lunedì 24 febbraio, il governatore e i vertici dell'Apss si sono recati a Fai della Paganella quale testimonianza di vicinanza al territorio ma anche ricostruire gli spostamenti della famiglia lombarda (Qui articolo). "Sono tre le ulteriori persone - evidenzia Fugatti - che si sono sottoposte alla quarantena volontaria in quanto arrivati a contatto con questi turisti: si sono recati al bar Moby Dick di Fai della Paganella".

 

Il titolare del locale è in "quarantena" per 14 giorni. "Ma è possibile continuare l'attività dell'esercizio pubblico se ritiene necessario - conclude il presidente - non abbiamo evidenze di eventuali pericoli. La situazione in Trentino è sotto controllo, non ci sono persone contagiate trentine o extra provinciali. Il dialogo con le categorie e il Consorzio dei Comuni è costante. Le attività di carnevale sono state sospese solo per precauzione, così come la chiusura delle scuole per questa settimana".

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 gennaio - 17:44
Sono stabili le ospedalizzazioni con una persona in più in terapia intensiva. I guariti superano i nuovi positivi
Cronaca
26 gennaio - 11:59
Durante le fasi d'arresto, non sono mancati i momenti di tensione, il giovane infatti ha opposto resistenza
Cronaca
26 gennaio - 16:03
Il 61enne da un anno e mezzo lottava contro le complicazioni causate da una puntura di zecca. Ricoverato all'ospedale di Belluno era riuscito a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato