Contenuto sponsorizzato

M49-Papillon, Maschio chiede le dimissioni di Zanotelli: “Incapace di gestire l’orso e irrispettosa delle istituzioni del Comune di Trento”

Il presidente della Commissione ambiente del Comune di Trento, Andrea Maschio, chiede all'assessora Zanotelli di farsi da parte: “Mi aspetto delle dimissioni, nel tempo hanno dimostrato una totale incapacità e incompetenza nella gestione dell’orso”

Di Tiziano Grottolo - 18 agosto 2020 - 11:54

TRENTO. Dopo la seconda fuga dal Casteller M49-Papillon è tornato nel Lagorai, dove, secondo gli allevatori, avrebbe predato una manza (QUI articolo). Una doppia fuga non si era mai verificata (nemmeno una in realtà) tanto che la Provincia ora parla “un orso più unico che raro, sia per potenza che per intelligenza” (QUI articolo).

 

Per molti però questa circostanza non basta a spiegare i fallimenti della Giunta nel contenimento di questo esemplare. Anzi, c’è chi come il consigliere comunale di Onda Civica, Andrea Maschio, è arrivato a chiedere le dimissioni dell’assessora competente Giulia Zanotelli.

 

“L’assessora, insieme al presidente Fugatti hanno dimostrato nel tempo una totale incapacità e incompetenza nella gestione dell’orso”, afferma Maschio. “Sempre che i tentativi schizofrenici, inadatti, incompetenti ed inopportuni possano essere definiti gestione”, rincara la dose. Il consigliere punta il dito anche contro le ordinanze bloccate dal Tar e impugnate da Roma: “Ordinanze scritte facendosi trascinare dagli eventi senza prima individuare i plantigradi legati a particolari eventi oppure senza cercare di capire come si siano svolti i fatti”.

 

Non solo, Maschio avrebbe voluto effettuare una visita al Casteller, per verificare le condizioni di detenzione dell’orso, una richiesta avanzata in qualità di presidente della Commissione ambiente del Comune di Trento, ma non è mai stato accontentato. “È sempre mancata la volontà di confrontarsi sull’argomento, Zanotelli ha dimostrato un totale disprezzo e mancanza di rispetto verso le istituzioni del Comune di Trento evitando di rispondere alle richieste ufficiali, inviate da mesi. Per questo – conclude Maschio – mi auguro una rapida presa di coscienza da parte dell’assessora delle sue mancanze con le necessarie e dovute dimissioni”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 11:50

Sono stati analizzati 2.388 tamponi per 494 test risultati positivi e un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 20,7%. Altri 3 morti, il bilancio sale a 228 vittime in questa seconda ondata, il totale è di 523 decessi da inizio epidemia

28 novembre - 04:01

La questione approda in consiglio provinciale con un'interrogazione di Luca Zeni. Post pro Trump (assistito da Gesù nella sua battaglia), uno su Linkedin dove qualificandosi come capo gabinetto della Pat scrive di essere in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Whuan e poi la ''Q'' sul profilo, l’hastag acronimo “WWG1WGA” usato dagli adepti di questa frangia dell'ultradestra che si rifà a un cattolicesimo reazionario che in America (ma anche in Italia) si sta facendo spazio. Il consigliere chiede chiarezza

28 novembre - 11:15

Anche Trento si è svegliata tappezzata dai manifesti delle "Mascherine tricolori". L'obiettivo, questa volta, è Amazon. Tra inviti a sostenere i commercianti locali e a boicottare il colosso dell'e-commerce, in messaggi intrisi di nazionalismo e cospirazionismo, dietro c'è sempre l'estrema destra

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato