Contenuto sponsorizzato

M49-Papillon, Maschio chiede le dimissioni di Zanotelli: “Incapace di gestire l’orso e irrispettosa delle istituzioni del Comune di Trento”

Il presidente della Commissione ambiente del Comune di Trento, Andrea Maschio, chiede all'assessora Zanotelli di farsi da parte: “Mi aspetto delle dimissioni, nel tempo hanno dimostrato una totale incapacità e incompetenza nella gestione dell’orso”

Di Tiziano Grottolo - 18 agosto 2020 - 11:54

TRENTO. Dopo la seconda fuga dal Casteller M49-Papillon è tornato nel Lagorai, dove, secondo gli allevatori, avrebbe predato una manza (QUI articolo). Una doppia fuga non si era mai verificata (nemmeno una in realtà) tanto che la Provincia ora parla “un orso più unico che raro, sia per potenza che per intelligenza” (QUI articolo).

 

Per molti però questa circostanza non basta a spiegare i fallimenti della Giunta nel contenimento di questo esemplare. Anzi, c’è chi come il consigliere comunale di Onda Civica, Andrea Maschio, è arrivato a chiedere le dimissioni dell’assessora competente Giulia Zanotelli.

 

“L’assessora, insieme al presidente Fugatti hanno dimostrato nel tempo una totale incapacità e incompetenza nella gestione dell’orso”, afferma Maschio. “Sempre che i tentativi schizofrenici, inadatti, incompetenti ed inopportuni possano essere definiti gestione”, rincara la dose. Il consigliere punta il dito anche contro le ordinanze bloccate dal Tar e impugnate da Roma: “Ordinanze scritte facendosi trascinare dagli eventi senza prima individuare i plantigradi legati a particolari eventi oppure senza cercare di capire come si siano svolti i fatti”.

 

Non solo, Maschio avrebbe voluto effettuare una visita al Casteller, per verificare le condizioni di detenzione dell’orso, una richiesta avanzata in qualità di presidente della Commissione ambiente del Comune di Trento, ma non è mai stato accontentato. “È sempre mancata la volontà di confrontarsi sull’argomento, Zanotelli ha dimostrato un totale disprezzo e mancanza di rispetto verso le istituzioni del Comune di Trento evitando di rispondere alle richieste ufficiali, inviate da mesi. Per questo – conclude Maschio – mi auguro una rapida presa di coscienza da parte dell’assessora delle sue mancanze con le necessarie e dovute dimissioni”.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 maggio - 21:00
I numerosi avventori, quelli che hanno ormai piantato le tende (è proprio il caso di dirlo: sono ben 11 attualmente) nel giardino dell'università [...]
Montagna
25 maggio - 20:30
Il Comune di Cavalese ha approvato il posizionamento di una quindicina di termocamere lungo la strada di fondovalle. Il sindaco Sergio Finato: "In [...]
Montagna
25 maggio - 18:46
La notizia del rinvenimento (avvenuto ad aprile) di un lupo morto, presumibilmente ucciso da un colpo di fucile, corre veloce fra le contrade della [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato