Contenuto sponsorizzato

Negozi di Borgo chiusi per la festa patronale, Failoni: ''Sgomento e incredulità. Scaricabarile: spetta al Comune la deroga''. Il sindaco: ''Non c'erano i tempi tecnici''

Una risposta che sembra tradire una certa aggressività e nervosismo da parte dell'assessore, finito nel mirino da più parti per questa legge. In occasione delle Festa patronale di San Prospereto le attività del centro borghigiano sono poi rimaste chiuse. Il sindaco Enrico Galvan: "Non si è riusciti a ottenere un parere, anche perché servono ragionamenti seri e un certo livello di concertazione"

Di Luca Andreazza - 14 luglio 2020 - 22:05

BORGO. "Le affermazioni dell'amministrazione comunale di Borgo Valsugana suscitano sgomento e incredulità". Così l'assessore Roberto Failoni dopo che i commercianti hanno inscenato una protesta per l’impossibilità di aprire la propria attività lunedì 13 luglio per effetto delllegge sulle chiusure domenicali (Qui articolo).

 

Una risposta che sembra tradire una certa aggressività e nervosismo da parte dell'assessore, finito nel mirino da più parti per questa legge. In occasione delle Festa patronale di San Prospereto le attività del centro borghigiano sono poi rimaste chiuse. "Non comprendiamo assolutamente - dice Failoni - come mai il Comune non abbia emesso il provvedimento di deroga per l'apertura delle attività commerciali come in sua piena e libera facoltà".

 

L'amministrazione comunale si è attivata il 6 luglio tra il Servizio commercio della Pat e le associazioni di categoria per ottenere il nulla osta e aprire in deroga. "Purtroppo - aveva commentato il Comune attraverso una nota - i tempi per ottenere queste autorizzazioni erano molto ristretti e non è stato possibile ottenere dagli uffici provinciali competenti la deroga".

 

Da qui la presa di posizione dell'assessore. "La legge è chiarissima - aggiunge Failoni - le amministrazione possono derogare all’obbligo di chiusura domenicale e festiva per un massimo di diciotto giornate annue proprio in occasione di grandi eventi o manifestazioni che richiamano un notevole afflusso di persone, chiaramente il caso della Sagra di San Prospereto per Borgo Valsugana".

 

La Pat rispedisce al mittente eventuali responsabilità sulle chiusure durante la festa patronale. "La legge - spiega l'assessore - non prescrive assolutamente alcun nulla osta da parte del Servizio commercio della Provincia - - è piena facoltà del comune la possibilità di derogare sentite le associazioni datoriali, sindacali e dei consumatori. E' incomprensibile l’accusa alla Provincia di non aver risposto per tempo concedendo un’autorizzazione che non è richiesta".

 

L'assessore spiega di aver inviato una circolare a tutti i Comuni e le parti coinvolte al fine di fornire un’interpretazione che semplifica ulteriormente il processo di richiesta del parere alle associazioni datoriali, sindacali e dei consumatori.

 

"Venerdì - evidenzia Failoni - abbiamo inviato una nota a tutti i Comuni con tanto di allegato del modello da utilizzare per la richiesta di parere. I tempi per procedere con proprio provvedimento all’apertura in deroga delle attività commerciali per la Festa di San Prospereto c’erano tutti, dispiace constatare lo scaricabarile nei confronti della Giunta provinciale, altre amministrazioni come quelle di Fiavè e Spormaggiore hanno emanato il provvedimento di deroga senza troppi problemi".

 

Pronta la replica dell'amministrazione comunale. "Non abbiamo mai voluto polemizzare con la Provincia. Siamo stati sfortunati in quanto l'approvazione della legge è avvenuta pochi giorni prima della festa patronale, i chiarimenti solo venerdì. Non ci sono stati i tempi per procedere con la deroga - commenta il sindaco Enrico Galvan - che presuppone una concertazione con categorie, esercizi e sindacati. Non si è riusciti a ottenere un parere, anche perché servono ragionamenti seri: non si tratta di aprire solo i negozi del centro storico, ma abbiamo anche un centro commerciale di rilievo provinciale. Una serie di aspetti per i quali non si è potuto purtroppo aprire". 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 agosto - 13:33

Sono ancora molte le incertezze per il comparto scolastico a quasi un mese dalla riapertura degli istituti, ora si aggiunge un'ulteriore criticità. Se la situazione epidemiologica a settembre fosse quella di oggi, la Provincia potrebbe firmare un'ordinanza per risolvere la questione e portare la capienza al 100%. Fugatti: "Tema da affrontare in Conferenza Stato-Regioni"

07 agosto - 13:00

E' successo questa mattina presto a Cassone sul Garda. La macchina non riusciva più a ripartire perché le ruote scivolavano sul ghiaino

07 agosto - 11:36
In Alto Adige ci sono 2.761 casi e 292 decessi da inizio epidemia, mentre attualmente ci sono 1.017 cittadini in isolamento domiciliare. Sono 13 le persone ricoverate nei normali reparti ospedalieri, cliniche private e nella struttura di Colle Isarco
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato