Contenuto sponsorizzato

Salvini sul Covid non ne imbrocca una. ''Blastato'' in poche ore sia da Burioni che da Fedez

L'ex ministro ha definito proposta concreta e costruttiva per il governo utilizzare l’idrossiclorochina per curare il coronavirus e Burioni gli ha spiegato che ''le evidenze scientifiche sono concordi nel dimostrare la non efficacia''. POi il Capitano ha attaccato Conte per aver chiesto a Fedez e Ferragni di aiutarlo a promuovere le mascherine. Lì il rapper c'ha messo poco a chiudere il discorso con Salvini ricordando semplicemente quel che diceva lui questa estate

Di Luca Pianesi - 23 ottobre 2020 - 12:22

TRENTO. Prima Fedez poi Burioni. Che il Covid-19 abbia cambiato tutto, anche il passo della politica nazionale e non solo, è ormai cosa nota. L'evento, talmente drammatico e globale, ovunque sta richiedendo serietà e preparazione per essere affrontato e in questo senso, a livello di classe politica italiana, è Matteo Salvini uno di quelli che sta pagando di più il momento, in termini elettorali e di feeling con il Paese.

 

Sconfitto in molte regioni, caduto nei sondaggi dove, in circa un anno, ha bruciato quasi 10 punti percentuali, continua a collezionare scivoloni e a dimostrarsi in grande difficoltà a governare la situazione. Questa estate era tra quelli che protestavano apertamente contro chi gli chiedeva di indossare la mascherina e strizzava l'occhio a quelli che sostenevano che il virus non era più un problema e che si stava esagerando a chiedere attenzione e rispetto delle regole alla popolazione.

 

Ora che tutti si ritrovano a pagare anche per quei messaggi e per quel lassismo nei comportamenti Salvini fatica a tornare in contatto con la popolazione e i suoi tentativi risultano spesso grotteschi tanto da risultare ''blastabile'' in poche righe sia dal virologo Roberto Burioni che dal rapper Fedez

 

Il primo ha risposto al Capitano che in un suo post lanciava la sua ''proposta concreta e costruttiva al governo''. ''Il rischio concreto è l’intasamento degli ospedali - ha scritto su Facebook Salvini - per evitarlo l’Agenzia italiana del farmaco deve riattivare il protocollo di cura domiciliare con l’utilizzo di idrossiclorochina o antinfiammatori idonei sospeso il 26 maggio scorso. Si tratta di farmaci che possono agire efficacemente contro il Covid, evitando il ricovero nella stragrande maggioranza dei casi. Il governo non può perdere più tempo. Inoltre, che fine ha fatto la cura al plasma iperimmune? La burocrazia sta rallentando tutto e umiliando il lavoro di medici come il professor De Donno''.

 

Burioni ha risposto così a Salvini: ''Segnalo all'On. Salvini che le evidenze scientifiche sono concordi nel dimostrare la NON EFFICACIA della idrossiclorochina nella cura di COVID-19 e che non esistono prove solide (nonostante studi internazionali su decine di migliaia di pazienti) riguardo all'efficacia del plasma iperimmune''.

 

 

Altro giro altro regalo: l'ex ministro dell'interno ha attaccato il premier Conte per aver chiesto a Fedez e Chiara Ferragni di aiutarlo a far passare il messaggio tra i ragazzi che le mascherine sono fondamentali per rallentare il diffondersi dell'epidemia (per intendersi quello che lui da marzo pare sempre aver fatto fatica a capire). ''Il Presidente del Consiglio faccia una telefonata a Fedez: oltre che sulla mascherina, chieda “aiuto” sulla cassa integrazione'', ha scritto Salvini su Twitter tentando di ironizzare sulla vicenda ma pronta è arrivata la risposta del rapper: ''Salvini senza mascherina al convegno sul Covid in Senato: 'Non ce l’ho e non me la metto' 27 Luglio 2020. Purtroppo sulla cassa integrazione non ho modalità d’intervento. Bacioni''. Set, game, incontro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 04:01

Un quadro completo della situazione epidemiologica che si potrebbe avere da lunedì: il ministero ha chiesto alle Regioni e alle Province autonome di comunicare i dati completi, così come di tenere separate le voci ''positivi da antigenici'' e ''positivi da molecolari'' e, finalmente, si farà forse chiarezza

28 novembre - 20:51

Sono 446 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 219 positivi a fronte dell'analisi di 3.955 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

28 novembre - 22:40

Il conducente di 22 anni di Caderzone Terme ha improvvisamente perso il controllo del mezzo per finire contro alcuni alberi a lato strada e poi cappottarsi. Una 15enne è morta sul colpo, gravi gli occupanti dell'abitacolo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato