Contenuto sponsorizzato

Scontro Uil-Rossato: “La consigliera non sa di cosa parla, diteci che fine hanno fatto i 12 milioni stanziati dal Governo e destinati al Trentino per l’emergenza Covid-19?”

La leghista Rossato accusa i sindacati di rimanere in silenzio di fronte all’ipotesi (mai confermata) che il Governo abbia tolto dall’ultimo decreto il bonus ai sanitari. La replica della Uil: “Non facciamo sconti a nessuno, ma la consigliera non sa nemmeno di cosa parla, piuttosto spiegateci perché sono stati tagliati 31 milioni dal bilancio”

Di Tiziano Grottolo - 17 maggio 2020 - 18:20

TRENTO. “Roma toglie il riconoscimento e i loro amici di Trento si inventavano che era stato tolto dal ddl 55”, così la consigliera Katia Rossato attaccava i sindacati trentini accusandoli di rimanere silenti di fronte all’ipotesi che il Governo avesse eliminato il bonus economico per i sanitari, aggiungendo: “Gli unici soldi arrivati da Roma per gli operatori sanitari sono quelli destinati al mero pagamento degli straordinari”.

 

“La consigliera non sa nemmeno di cosa parla – la secca replica Giuseppe Varagone, segretario della Uil Fpl che si occupa del comparto sanitario – fino a quando il decreto rilancio non verrà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale noi preferiamo esprimerci, quindi è inutile strumentalizzare i sindacati”. Nel frattempo da quanto è trapelato il Governo ha stanziato circa 3,25 miliardi per il settore della sanità, prevedendo tra l’altro l’assunzione di 9000 infermieri, oltre alla possibilità per le regioni e le province autonome di incrementare, per il 2020, i fondi della contrattazione integrativa per riconoscere, al personale sanitario direttamente impiegato nell’emergenza epidemiologica, un premio commisurato al servizio effettivamente prestato nel corso dello stato di emergenza. Quindi il bonus dovrebbe essere confermato.

 

“Ad ogni modo – prosegue Varagone – in provincia di Trento gli accordi li stringiamo autonomamente rapportandoci direttamente con il governo del territoriale che però, fino a questo momento, ha preferito tagliare anziché aumentare i fondi destinati al comparto sanitario”.

 

Se in alcune regioni, come Toscana e Emilia-Romagna i bonus ai sanitari sono già stati riconosciuti, in Trentino restano solo sulla carta. Questo con buona pace di Rossato che invece rivendica il lavoro della Giunta per premiare con 15 milioni di euro gli operatori sanitari. “Peccato – osserva il sindacalista – che non si sappia ancora né chi avrà diritto a questo riconoscimento né di quanto sarà. Faccio presente – rincara la dose Varagone – che il ddl 55 varato dalla Giunta Fugatti prevede una copertura soltanto ad alcune figure del settore ma, allo stesso tempo, taglia 20 milioni di euro sul rinnovo contrattuale 2019/2021 del pubblico impiego, e congela altri 11 milioni sul rinnovo contrattuale 2016/2018 del personale del comparto dell’Apss”.

 

Secondo i calcoli della Uil dunque, al fronte di un ammanco di circa 31 milioni ne vengano stanziati solo 15 (che saranno destinati solo ad alcuni) “mi domando se c’era bisogno di una seduta del Consiglio provinciale per far sparire magicamente 16 milioni di euro a questi Professionisti?”, punta il dito il sindacalista, che poi aggiunge: “Chiediamo anche dove sono finiti i 12 milioni di euro  che il Governo nazionale ha stanziato per la Pat per far fronte alla straordinaria emergenza Covid-19, così come i 7 milioni di euro che i cittadini hanno donato all’Apss”. Domande che ad oggi non hanno ancora avuto una risposta.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 13 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
14 aprile - 15:25
In Trentino sarebbe tutto pronto per il via libera alla ristorazione. Salvini: "Ho sentito l'assessore al turismo della Provincia di Trento, mi ha [...]
Politica
14 aprile - 16:13
Al Governo si chiede anche di fare pressione sulle autorità egiziane per la liberazione dello studente. Maestri: “C’è anche il sì di [...]
Cronaca
14 aprile - 15:23
All'interno delle 21 capanne allestite in un villaggio alla periferia di Niamey, è bastato poco affinché il rogo si propagasse velocemente. I [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato