Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Kompatscher: "Variante sudafricana a Bolzano? Contact tracing in corso". E su nuove misure dopo il 14 marzo: "Stiamo valutando"

"Ci confronteremo con il governo per valutare nuove misure dopo la scadenza dell'ordinanza, il 14 marzo", ha detto il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher nella conferenza stampa post-giunta. Tra i temi discussi anche le infrastrutture in vista delle Olimpiadi del 2026 e la presenza della variante sudafricana a Bolzano. "In corso il contact tracing. Si dovrebbe trattate di un caso isolato"

Di Davide Leveghi - 09 marzo 2021 - 14:11

BOLZANO. Dalle infrastrutture alla pandemia. Sono questi i due macroargomenti trattati nella conferenza stampa post giunta in Alto Adige e presentati dal presidente Arno Kompatscher, accompagnato per l'occasione dall'assessore alla Mobilità e vicepresidente della Provincia Daniel Alfreider e dall'assessora all'Urbanistica Maria Hochgruber Kuenzer.

 

In particolare, sul tavolo della giunta sono arrivate le variazioni di bilancio sia per le misure a supporto di famiglie e imprese colpite dalla pandemia, sia per i progetti infrastrutturali in vista delle Olimpiadi del 2026. “Il tema delle variazioni di bilancio sarà discusso e spero approvato in Consiglio provinciale giovedì – ha esordito Kompatscher – contiene il Pacchetto da 500 milioni di euro (QUI l'articolo), ma non solo. Tra le altre cose vi sono anche i progetti considerati necessari dal Comitato olimpico in vista del 2026. Il più importante riguarda l'adeguamento della Südtirol Arena di Anterselva”.

 

La parola sul tema delle infrastrutture è poi passata all'assessore Alfreider. “Si tratta di infrastrutture entrate nel piano Olimpiadi a livello nazionale. Ciò che abbiamo cercato di fare – ha spiegato – è rafforzare le infrastrutture esistenti, con un focus sia sulle opere ferroviarie che su quelle stradali. Importante il pacchetto ferrovia, con un progetto come quello della Val di Riga. Si tratta soprattutto di infrastrutture che migliorano la raggiungibilità del territorio e la qualità della vita. Un valore aggiunto per la mobilità del futuro. Queste opere adesso le possiamo mettere in gara, facendo di tutto per accelerare i tempi”.

 


 

Sugli interventi urbanistici è poi intervenuta l'assessora Hochgruber Kuenzer.

 


 

Altro argomento – purtroppo obbligato – è quello della pandemia. “Innanzitutto constatiamo che i dati sulle infezioni migliorano, sono sempre meno le nuove infezioni e il tasso di positività è tra i più bassi d'Italia – ha poi preso la parola il Landeshauptmann - scendono più lentamente i dati degli ospedalizzati e purtroppo non scende il numero delle persone che hanno bisogno di cure in terapia intensiva. Da un lato era nei pronostici che fosse uno degli ultimi dati a scendere, assieme ai decessi, però bisogna dire che dopo 3 settimane di lockdown speravamo scendesse di più. Si dice che sia legato a varianti, che sono più aggressive e rendono i decorsi della malattia più veloci”.

 

“Rispetto al resto del Paese i contagi sono in controtendenza, ma per le terapie intensive siamo stabili. In Austria nelle ultime settimane sono aumentati del 23%, e questo proprio per le varianti. Da questo quadro nasce la necessità di non pensare ad aperture premature, il 14 marzo scadono le misure, ma non sarà un liberi tutti. L'orientamento della Provincia è di mantenere le misure in vigore almeno per una settimana. Anche nei comuni con variante sudafricana l'augurio è di tornare in classe per la scuola elementare. Ma lo faremo con i test volontari con autosomministrazione”.

 

Sui Comuni colpiti dalla variante, Kompatscher ha aggiunto: “Nei comuni con la variante è richiesto il massimo rigore richiesto perché abbiamo la fortuna di non avere grandi focolai. Di ordinanze ne parleremo più avanti, mentre si parla di nuove misure a livello statale. Nei prossimi giorni ci confronteremo con il ministro. Noi seguiamo la linea della prudenza”.

 

E sul rilevamento di un caso della mutazione a Bolzano: “Sono in corso le verifiche per circoscrivere il rischio di diffusione, sembra si tratti di un caso molto isolato. Forse possiamo fare a meno di introdurre misure specifiche per Bolzano. Si sta facendo contact tracing”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 novembre - 20:26
Trovati 188 positivi, 2 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 112 guarigioni. Sono 44 i pazienti in ospedale. Sono 833.300 le dosi di [...]
Politica
27 novembre - 19:46
Le attiviste hanno ricordato anche la recente aggressione avvenuta in centro, e arrivata dopo un evento che serviva per autofinanziare la [...]
Cronaca
27 novembre - 19:29
Il genoma è stato sequenziato al laboratorio di Microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato