Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, parte lo screening per gli operatori dei nidi con test ogni 3 settimane. Ianeselli: "Cooperazione di cui siamo orgogliosi"

Ogni 3 settimane gli operatori avranno la possibilità di ripetere il test antigenico. L'assessora Bozzarelli: "Sottoporsi ai tamponi non sarà obbligatorio, ma noi confidiamo che tutti gli interessati comprendano come la sicurezza sia qualcosa che si ottiene solo se tutti si danno una mano"

Di Lucia Brunello - 08 febbraio 2021 - 13:56

TRENTO. E' stato firmato il protocollo che dà il via alla campagna di screening su tutto il personale che lavora nei nidi d'infanzia, dai maestri e maestre, a chi si occupa delle pulizie, a chi cucina.

 

Si tratta di un programma di screening che riguarderà circa 380 operatori. Ogni 3 settimane questi avranno la possibilità di sottoporsi al test antigenico in alcune farmacie che hanno dato la loro disponibilità. Sarà possibile effettuare il test antigenico tramite prenotazione con l'applicazione Farm@pp.

 

Una campagna che si prefigge di rendere più sicuro il servizio nido, ritenuta necessaria dal comune di Trento per riuscire a far fronte all'alto numero di casi verificatisi nei nidi durante i mesi di novembre e dicembre 2020. Oltre il 22% degli operatori, infatti, era risultato positivo al Covid (qui articolo).

 

La firma del protocollo è avvenuta oggi, 8 febbraio, durante la conferenza stampa comunale a Palazzo Geremia. A dare notizia della partenza del progetto, l'assessora Bozzarelli: "In attesa del vaccino, questa è una soluzione che abbiamo messo in campo per far fronte ad un problema oggettivo", ha detto in conferenza. "Sottoporsi ai tamponi non sarà obbligatorio, ma noi confidiamo che tutti gli interessati comprendano come la sicurezza sia qualcosa che si ottiene solo se tutti si danno una mano".

 

Ottimista e positivo anche il sindaco Ianeselli: "Questo è un grande esempio di cooperazione tra il Comune e le farmacie comunali. Si tratta di un progetto di cui siamo orgogliosi".

A firmare il protocollo il sindaco Franco Ianeselli, Roberto Simioni, presidente della Federazione Trentina della Cooperazione, Sandra Dodi, presidente della cooperativa sociale Città Futura, Francesca Gennai, presidente della cooperativa sociale La Coccinella e Mariangela Minati, presidente della cooperativa sociale ProGes.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 novembre - 20:26
Trovati 188 positivi, 2 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 112 guarigioni. Sono 44 i pazienti in ospedale. Sono 833.300 le dosi di [...]
Politica
27 novembre - 19:46
Le attiviste hanno ricordato anche la recente aggressione avvenuta in centro, e arrivata dopo un evento che serviva per autofinanziare la [...]
Cronaca
27 novembre - 19:29
Il genoma è stato sequenziato al laboratorio di Microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato