Contenuto sponsorizzato

Dopo il caso Ruscitti ben 18 unità operative dell'Apss ancora vacanti, Zeni: ''Alcuni posti in attesa da quasi due anni. Manca programmazione''

La risposta dell'assessora Stefania Segnana a Luca Zeni. Preoccupato il consigliere del Partito democratico: "Tutti i ruoli devono essere ricoperti per dare prospettiva, progettualità e riferimenti alla struttura. Troppe figure accentratrici: c'è il rischio di non poter dedicare le necessarie energie a tutto il resto del sistema"

Di Luca Andreazza - 23 febbraio 2021 - 20:55

TRENTO. "Un'organizzazione funziona bene se tutti i ruoli sono ricoperti: questo significa dare prospettiva, dare progettualità e dare riferimenti a tutti i dipendenti". Queste le parole dell'ex assessore Luca Zeni. "Ci sono due anomalie al vertice, quelle di Giancarlo Ruscitti e di Antonio Ferro". Ma oggi veniamo a conoscenza che mancano ben 18 primari: questo è fonte di grande preoccupazione, anche perché alcuni posti sono in attesa da molto tempo, quasi due anni i casi più eclatanti".

 

La risposta dell'assessora Stefania Segnana al consigliere provinciale del Partito democratico evidenzia, infatti, che "per quanto riguarda l'assessorato alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, l'incarico di dirigente del Servizio politiche sanitarie della Provincia è affidato temporaneamente al dirigente generale del Dipartimento salute e Politiche sociali, in sostituzione del dottor Andrea Maria Anselmo, divenuto, a dicembre, direttore amministrativo di Apss" e che "nell'Azienda provinciale per i servizi sanitari il direttore sanitario nominato nel dott. Antonio Ferro con decorrenza 9 dicembre 2020 è stato nominato direttore ad interim del Dipartimento prevenzione in considerazione delle sue specifiche competenze e esperienze professionali".

 

"In assessorato Ruscitti è anche dirigente del servizio politiche sanitarie, ruolo che per sua natura richiederebbe principalmente competenze giuridiche e economiche, più di quelle cliniche - scrive Zeni - mentre Ferro mantiene il ruolo di dirigente del Dipartimento prevenzione oltre che di direttore sanitario, sovrapposizione che a memoria non si ricorda esserci mai stata, ma soprattutto ora, che il Dipartimento prevenzione richiede un impegno totalizzante per l'emergenza Covid: c'è il rischio di non poter dedicare le necessarie energie a tutto il resto del sistema". 

 

A queste situazioni si aggiungono 18 posizioni aperte, ruoli dirigenziali vacanti in attesa di espletare le varie procedure. "Per quanto riguarda le direzioni di struttura complessa sanitarie dell'Apss non risultano attualmente coperte di 18 unità operative di cui 10 con procedura concorsuale in atto e le altre 8 in fase di conclusione".

"Il dubbio - prosegue Zeni - è che questa inerzia dipenda da due fattori. Il primo è la mancanza di programmazione: la scelta di un primario dovrebbe essere la conseguenza di un disegno progettuale sul settore interessato. Se manca, si cerca a prendere tempo rinviando le scelte". Il secondo nodo sarebbe legato alla facoltà di medicina appena insediata a Trento.

 

"Questo - dice l'ex assessore - comporta la ricerca di equilibri capaci di soddisfare le aspettative che sicuramente ci sono da parte dei sistemi universitari esterni interessati a entrare nel nostro sistema sanitario con ruoli di prestigio. La nuova facoltà può essere un’opportunità, ma solo a condizione di saper mantenere un controllo rigoroso da parte del sistema pubblico provinciale, per evitare che il nostro sistema sanitario diventi terreno di spartizione per chi non trova collocazione negli atenei di provenienza".

 

Insomma, sono diversi i ruoli ancora vacanti e diverse competenze di vertice sarebbero accentrate in poche teste. "Il forte auspicio alla Giunta è di provvedere prima possibile a chiarire la propria strategia in ambito sanitario, qualunque sia, ma anche di provvedere a coprire i tanti ruoli direttivi mancanti, per ristabilire una maggiore efficienza del sistema, e ridare una prospettiva positiva a personale e pazienti", conclude Zeni.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 aprile - 19:36
Trovati 13 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 38 guarigioni. Sono 1.342 i casi attivi sul territorio provinciale
Ambiente
19 aprile - 18:35
L'incontro tra il plantigrado e l'escursionista, documentato da un video pubblicato da quest'ultimo su Facebook, è avvenuto ieri fra i boschi [...]
Cronaca
19 aprile - 19:27
Le ricerche erano cominciate già ieri ma si erano concluse senza esito. Questa mattina il corpo dell'animale è stato trovato purtroppo senza vita
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato