Contenuto sponsorizzato

Ghezzi svela chi verrà eletto alla guida di Futura (ma il congresso sarà domani). Merighi spiega: “La loro nomina frutto di un percorso unitario”

Nicola Serra e Michela Marchi, saranno rispettivamente presidente e vice presidente di Futura anche se per la loro nomina manca ancora il voto del congresso (che si terrà domani). Merighi: “Visto che usciamo da un momento non facile la volontà degli iscritti è stata quella di condividere un percorso unitario”

Di Tiziano Grottolo - 19 marzo 2021 - 18:58

TRENTO. Domani, 20 marzo, si terrà il congresso di Futura che dovrà eleggere i vertici del partito e votare il bilancio, eppure i nomi del nuovo presidente, Nicola Serra, e la sua vice Michela Marchi, sono già di dominio pubblico. A renderli noti è stato l’ex consigliere provinciale Paolo Ghezzi tramite un post su Facebook: “Domani, apprendo dalla lettera della commissione elettorale agli iscritti, l’assemblea degli iscritti di Futura eleggerà alla presidenza il conigliere comunale di Trento Nicola Serra, che sarà affiancato da Michela Marchi di Rovereto”. Il post in questione è durato poco più di un’ora per poi essere cancellato. Insomma un evidente scivolone che ha fatto sorgere qualche interrogativo.

 

Dopo la “fuga di notizie” Il Dolomiti ha contattato l’attuale vicepresidente di Futura Claudia Merighi, eletta insieme a Piergiorgio Cattani scomparso prematuramente solo pochi mesi fa: “Domani ci sarà l’assemblea elettiva dove voteremo il bilancio, il nuovo direttivo e la mozione del presidente che arriva da un percorso unitario portato avanti all’interno di Futura. Il regolamento elettorale – votato lo scorso 19 febbraio assieme allo statuto, sottolinea Merighi – prevede che agli iscritti e alle iscritte venga presentata la mozione preparata da chi ha intenzione di candidarsi, come in tutti i partiti i documenti congressuali vengono presentati prima”.

 

 

Di fatto, essendoci un unico candidato presidente (Nicola Serra) la scelta dovrebbe essere scontata e la sua elezione praticamente certa, anche se manca ancora il passaggio formale del voto degli iscritti. Molto probabilmente è così che è nato il post di Ghezzi. “Nicola è l’unico candidato – conferma Merighi – visto che usciamo da un momento non facile la volontà degli iscritti è stata quella di condividere un percorso unitario. Un modo per serrare le fila, presentando un’unica candidatura, privilegiando il lavoro di gruppo e non una presenza leaderistica”.

 

Quando l’elezione dei nuovi organi direttivi sarà formalizzata si procederà con i lavori del congresso: “Successivamente – conclude l’attuale vicepresidente – lanceremo un percorso aperto tutti per approfondire i temi toccati dalla mozione che saranno a capo del progetto politico di Futura per i mesi a venire”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 19:58
Trovati 73 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 79 guarigioni. Sono 73 i pazienti in ospedale. Sono 892.851 le dosi di [...]
Società
06 dicembre - 19:02
La città di Belluno dedica una piazza in memoria di Angelina Zampieri, vittima di femminicidio nel 1913. La ragazza, che si era trasferita a Povo [...]
Cronaca
06 dicembre - 20:45
Nell'aggiornamento delle autorità sanitarie risultano effettuate 36.514 vaccinazioni con prenotazione, oltre a 7.531 somministrazioni a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato