Contenuto sponsorizzato

Materne aperte a luglio? Ferrari: “Meglio puntare su colonie e doposcuola gratuiti, per la Provincia sarebbe una spesa sostenibile”

Servizi estivi gratuiti all’infanzia, la proposta del Pd: “Vista l’eccezionalità della contingenza pandemica dalla Provincia ci si aspetta un approccio diverso. Non ‘salta il bilancio’ se mettiamo a disposizione delle famiglie i servizi di conciliazione, assumendo a carico del pubblico tutta la spesa”

Di T.G. - 13 April 2021 - 18:52

TRENTO. Dopo il discusso sondaggio promosso dall’assessore provinciale all’istruzione Mirko Bisesti, dove si chiedeva alle famiglie un parere sulla possibilità di tenere aperte le scuole dell’infanzia anche a luglio, dalle fila del Partito Democratico arriva una proposta alternativa che, con una spesa contenuta, potrebbe venire incontro alle esigenze di molte persone.

 

“Vista l’eccezionalità della contingenza pandemica – afferma Sara Ferrari promotrice dell’iniziativa – ci si aspetta un approccio diverso per le famiglie”, la proposta è quella di offrire in modo gratuito alle famiglie i servizi di conciliazione già presenti su tutto il territorio e previsti per l’estate come colonie, centri diurni e doposcuola.

 

“La Giunta ha annunciato una manovra straordinaria di milioni di euro per sostegni al turismo, alle imprese e al lavoro – ha aggiunto – ma per le nostre famiglie cosa si fa? Non si tratta di mobilitare grandi cifre. Non ‘salta il bilancio’ se mettiamo a disposizione delle famiglie i servizi di conciliazione, assumendo a carico del pubblico tutta la spesa, anche quella che di solito si aggira intorno al 10-15% di compartecipazione familiare”.

 

Secondo i calcoli del Pd, per la Provincia si tratterebbe di una spesa sostenibile, mentre per i cittadini rappresenterebbe una grande opportunità che per di più può contare su sistema collaudato “family friendly”, costruito negli anni attraverso servizi diffusi e tarati sulle caratteristiche territoriali e le esigenze specifiche di famiglie e bambini. “C’è ancora tempo per confrontarsi con i comuni, gli enti gestori e il terzo settore – esorta Ferrari – in modo da pianificare le risposte più adeguate”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 maggio - 08:30
Il giovane in condizioni ancora molto gravi con ustioni di secondo e terzo grado si trova al centro grandi ustionati di Murnau in Baviera. Un altro [...]
Cronaca
22 maggio - 06:01
Oltre 100 dipendenti dell'Azienda sanitaria tra tecnici, infermieri e medici assieme a 400 volontari che hanno gestito le postazioni di soccorso [...]
Cronaca
22 maggio - 07:24
A dare l'allarme i colleghi che hanno immediatamente chiamato le forze dell'ordine. Alla guida dell'auto un uomo di 36 anni che, fermato dalle [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato