Contenuto sponsorizzato

Al via la Scuola di cittadinanza proposta dalla diocesi. Tisi: "Per favore mettetevi in politica, ma quella con la P maiuscola"

Dieci incontri su economia, politica e sociale. Iscrizioni entro il 22 settembre. L'arcivescovo: "La Chiesa in uscita non cala dall’alto ricette di vita, ma offre i propri ingredienti"

Pubblicato il - 16 settembre 2017 - 10:31

TRENTO.  “Per favore mettetevi in politica, ma per favore nella grande politica, nella politica con la P maiuscola”. L'arcivescovo Lauro Tisi, per introdurre il nuovo anno della Scuola diocesana per l'Economia, la Politica e il Sociale, ruba queste parole a papa Francesco.

 

La Scuola diocesana prenderà il via a fine settembre a Trento: dieci incontri per riflettere, insieme a relatori competenti, sull’attualità socio-politica e sulla presenza responsabile di cittadini e amministratori.

 

“La grandezza, ovunque si manifesti, è propria degli umili - spiega Tisi - di chi si pone di fronte ai problemi, quelli che Francesco identifica anzitutto in povertà e mancanza di giustizia sociale, non con la sfrontatezza del salvatore della patria ma con il capo chino di chi semina, con modestia, fiducia e speranza".

 

"I grandi della Politica, quella meritevole della maiuscola, così hanno pensato, così hanno agito. La Chiesa in uscita – aggiunge l'arcivescovo riferendosi al percorso formativo della scuola diocesana – non cala dall’alto ricette di vita, ma offre i propri ‘ingredienti’. E si mette in attesa di chi è disposto a camminare insieme, condividere progetti, timori, strade”.

 

Guardando al programma 2017 della Scuola diocesana, a Trento vi saranno due cicli tematici (“Cittadini consapevoli e istituzioni” e “Responsabilità e bene comune”), ciascuno con cinque conferenze, a cadenza settimanale nell'Aula Magna del Seminario Diocesano, giovedì ad ore 20.30.  

 

Conferenza inaugurale il 28 settembre con il giornalista e saggista Giorgio Paolucci (già vicedirettore e ora editorialista di Avvenire) che parlerà sul tema “Come vivere insieme? La cittadinanza nell’Italia che cambia”.

 

Seguiranno, sul tema “Cittadini consapevoli e istituzioni” quattro incontri nel mese di ottobre (giovedì 5-12-19-26). Il ciclo “Responsabilità e bene comune” si aprirà giovedì 2 novembre con una serata di spiritualità guidata dall’arcivescovo emerito Luigi Bressan su “Fondamenti biblici dell’azione sociale”.

 

A seguire (giovedì 9-16-23-30 novembre) altre quattro conferenze serali per completare l’offerta formativa.

 

Le iscrizioni, entro venerdì 22 settembre, potranno essere presentate compilando il modulo scaricabile dal sito web della diocesi.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 20:02

Sono 247  le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 44 in alta intensità. Oggi 4 decessi. Sono 37 i Comuni con almeno un caso di positività

08 marzo - 19:49

Parlano i legali del giovane che spiegano come dal ritrovamento del corpo della madre abbia cominciato a collaborare e ora ''l'indagato si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato, che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime''. La procura della Repubblica conferma che proseguono le ricerche del corpo del padre Peter e che si procederà ''all'incidente probatorio, finalizzata all'accertamento della capacità di intendere e di volere dell'indagato al momento del fatto''

08 marzo - 19:50

In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna la Pat ha organizzato un incontro con tanti interventi: “Non aspettate che un uomo cambi. Gli uomini violenti non cambieranno. Denunciate, non siete sole. Denunciate per la vostra libertà, i vostri figli e la vostra serenità. Non abbiate paura”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato