Contenuto sponsorizzato

"I 5 Stelle rendicontano ogni spesa e si dimezzano lo stipendio". Riccardo Fraccaro risponde a Claudio Cia: "Ho ridato allo Stato quasi 300 mila euro"

Il consilgiere di agire aveva attaccato il "moralismo" dei 5 Stelle contestano a Fraccaro di aver ricevuto rimborsi mensili per 7 mila euro. Risponde il deputato trentino: "Ci dimezziamo lo stipendio, grazie a noi 4.547 nuove pmi  e 11 mila posti di lavoro"

Pubblicato il - 03 aprile 2017 - 10:26

TRENTO. Ieri Claudio Cia faceva i conti in tasca a deputati e senatori grillini tirando in ballo anche il 'portavoce' trentino Riccardo Fraccaro.  "I 5 Stelle fanno la morale a tutti ma si intascano un sacco di soldi di rimborsi dal Parlamento", diceva in sostanza il consigliere provinciale di Agire. Oggi è lo stesso Riccardo Fraccaro a rispondere alle "critiche pretestuose".

 

Critiche che gli permettono, però, di fare chiarezza, "l’occasione per spiegare nel dettaglio ai cittadini come si comportano i parlamentari del M5S relativamente a stipendi e costi della politica", dice infatti Fraccaro. "Non solo io e tutti gli altri deputati e senatori del M5S ogni mese ci dimezziamo lo stipendio, ma rendicontiamo scontrino per scontrino tutte le spese sostenute in qualità di parlamentari e le pubblichiamo sul sito tirendiconto.it, dove tutti possono andarle a verificare".

 

"Al netto delle spese sostenute, le eccedenze dei rimborsi per l’esercizio del mandato non vanno a finire sul nostro conto in banca - spiega Fraccaro - ma le restituiamo allo Stato e siamo gli unici a farlo, perché gli altri parlamentari si limitano a intascare il malloppo senza rendicontare nulla".

 

"Questa regola a cui ci atteniamo scrupolosamente - continua il deputato - mi ha permesso di restituire allo Stato italiano 184.537,65 euro fino ad oggi, a cui vanno aggiunti i 2.226,92 euro mensili di indennità come Segretario dell’Ufficio di Presidenza, a cui ho rinunciato fin dall'inizio e che quindi non compaiono sul portale delle restituzioni, per un totale di altri 106.892,16 euro".

 

"È grazie a questo meccanismo virtuoso - sottolinea Fraccaro - che abbiamo potuto creare il fondo per il Microcredito 5 Stelle, che ha permesso l’attivazione di 4.547 nuove pmi, creando 11 mila posti di lavoro, anche in Trentino-Alto Adige. Invece di finire sui nostri conti corrente - afferma - i soldi pubblici ritornano a beneficio dei cittadini. Nessun’altra forza politica lo fa, siamo gli unici che si tagliano stipendio e anche da forza di opposizione creiamo lavoro, imprese, ricchezza".

 

"Ora - osserva Fraccaro-  a noi possono tranquillamente fare le pulci e controllarci. Ma ricordino sempre che possono farlo perché rendicontiamo tutto: evidentemente non abbiamo nulla da nascondere. Gli altri invece intascano a man bassa senza la minima trasparenza".

 

"È proprio grazie alla grande coerenza e correttezza che il M5S si sta sempre più accreditando come unica forza politica in grado di governare questo Paese: la paura dei partiti è grande, per questo dobbiamo aspettarci nei prossimi mesi una campagna denigratoria sempre più aggressiva. Non ci faremo spaventare - conclude - ma andremo avanti rimanendo uniti, perché la strada è quella giusta". 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 dicembre - 19:35
Questa la situazione rispetto ai parametri nazionali per la zona gialla: l'occupazione delle terapie intensive è al 9% (il tetto fissato per [...]
Politica
05 dicembre - 19:01
Sui social il presidente della Provincia con tanto di logo della Pat ha comunicato di aver ottenuto una qualche deroga al super (mai stato in [...]
Cronaca
05 dicembre - 18:17
Sull'Altopiano dei Sette Comuni la neve sta cadendo abbondante in queste ore e sulle strade sono già diversi i veicoli in difficoltà a causa [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato