Contenuto sponsorizzato

"Sono tanti i Comuni per la doppia preferenza di genere. Il Consiglio ne tenga conto"

La presidente della Commissione pari opportunità soddisfatta: "Sedici Comuni e due Comunità di valle hanno aderito alla mozione per la parità di genere". Tra pochi giorni la discussione della legge con i dubbi della maggiornaza e l'ostruzionismo della minoranza

Di Donatello Baldo - 07 settembre 2016 - 16:05

TRENTO. L'annuncio lo fa direttamente la presidente della Commissione Pari opportunità Simonetta Fedrizzi: “Due Comunità di valle e sedici Comuni hanno sottoscritto la proposta di mozione per la 'Democrazia paritaria'”. Si tratta del sostegno alla legge provinciale sulla doppia preferenza che sarà in discussione la settimana prossima in Consiglio provinciale.

 

Un provvedimento, quello della doppia preferenza, che vorrebbe inserire nelle liste elettorali il 50% delle donne, oltre a prevedere che nel caso in cui l'elettore esprima due preferenza una sia di genere diverso dall'altra. Una “azione positiva – afferma la presidente – volta a promuovere l’accesso delle donne, attualmente ancora gravemente sotto rappresentate, alle funzioni pubbliche e alle cariche elettive provinciali”.

 

“Le adesioni di Comuni e Comunità di valle ad oggi pervenute, ma ne stanno arrivando delle altre – sottolinea l'avvocata Fedrizzi – sono un importante segnale che ci auguriamo venga colto e tenuto in considerazione dal Consiglio provinciale in occasione dell’imminente discussione in aula della riforma della legge elettorale in senso paritario.

 

L'auspicio della presidente della commissione suona anche come un timore, forse quello che il Consiglio non ne tenga conto. Sembra infatti che molti consiglieri – anche di maggioranza – stiano pensano al modo per depotenziare le indicazioni stringenti della proposta di legge. La minoranza, dal canto suo, ha già annunciato l'ostruzionismo per mettere in difficoltà l'approvazione della legge. Ma in difficoltà, se la legge non passasse o fosse depotenziata, sarebbe anche il presidente Ugo Rossi che questa legge l'ha inserita nel programma di governo.

 

Ecco l'elenco dei Comuni che hanno sottoscritto la mozione: Ala, Baselga di Pinè, Caldonazzo, Calliano, Cavalese, Cles, Dimaro, Folgaria, Levico Terme, Mori, Nave San Rocco, Nomi, Riva, Rovereto, San Michele A/A, Volano. Due le Comunità di valle, quella lagarina e quella degli Altipiani cimbri.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 agosto - 05:01

In un Paese come la Germania sono gli stessi elettori a pretendere serietà dai loro rappresentanti e così per il numero 1 della Repubblica Federale tedesca non c'è stato altro da fare (soprattutto in questo momento difficile dove il Covid sta tornando e in Spagna e Francia si parla già di seconda ondata). In Italia, le cose, vanno diversamente

08 agosto - 18:09

Uno dei due ladri ha tentato di aggredire un carabiniere con un cacciavite. Nel furgone dei malviventi recuperate tre biciclette (una completamente smontata) dal valore complessivo di 9500 euro, ma anche sofisticate apparecchiature per inibire i Gps

09 agosto - 09:27

Il fatto è avvenuto nella notte tra sabato 8 agosto e domenica 9 a Ossana, in Val di Sole. Una discussione degenerata è stata sedata da due militari presenti sul posto in abiti civili. Identificatisi ai giovani protagonisti della zuffa, uno dei due carabinieri è stato raggiunto da un pugno di uno di questi, che successivamente ha cercato la fuga. 5 le persone identificate, tra cui dei minorenni. Rischiano fino a 5 anni di reclusione per rissa aggravata

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato