Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, dall'Alto Adige arriva il “DisinfecTunnel”, un “body scanner” che disinfetta dalla testa ai piedi in 15 secondi

Giunto secondo al concorso dedicato all'innovazione e alla tecnologia delle Giornate del Tirolo di Alpbach, il "DisinfecTunnel" rappresenta un possibile strumento per la lotta alla diffusione del virus. Inventato da un'azienda bolzanina, sfrutta la nebulizzazione per disinfettare il soggetto che attraversa questa sorta di "body scanner"

Pubblicato il - 31 agosto 2020 - 16:54

BOLZANO. Passando sotto questa sorta di “body scanner” si viene riempiti da una nube di disinfettante, venendo così sanificati "dalla testa ai piedi". L'invenzione di EmiControls, azienda bolzanina che si occupa di “offrire soluzioni personalizzate per la lotta contro incendi, polveri e odori servendosi dell'acqua nebulizzata”, potrebbe rappresentare, a detta degli inventori, un importante strumento nella lotta al Coronavirus, prevenendo la possibile diffusione del virus rimasto su vestiti, oggetti o sulla pelle.

 

DisinfecTunnel”, questo il nome dell'invenzione, ha ricevuto il secondo premio alle giornate del Tirolo di Alpbach, dedicate quest’anno proprio alla lotta del Covid-19. Immaginato per gli impianti di risalita o sportivi, gli alberghi, gli eventi, i trasporti pubblici, gli ospedali e le case di riposo, impiega solo 15 secondi a disinfettare la persona che vi passa attraverso.

 


 

Come un body scanner di un aeroporto, funziona attraversandolo e fermandocisi sotto. Il “tunnel”, dotato di ugelli, si riempe di una sottile nebbia che si deposita su tutte le superfici, dalla pelle agli indumenti, passando per le borse e gli smartphone, "sanificando" così la persona che lo attraversa. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 11:06

Gian Marco Prampolini, presidente Leal, e Natascia Pecorari, presidente di Salviamo gli Orsi della Luna, hanno fatto la richiesta agli atti e ottenuto il report della visita dei carabinieri di Costa dentro il Casteller: ''Stanno facendo vivere ai tre orsi un vero calvario. Temiamo per la loro vita e attendiamo fiduciosi che il Ministro Costa, che prima di noi ha ricevuto la relazione del sopralluogo dei Cites, faccia la sua parte e prenda provvedimenti previsti dalla legge''

01 ottobre - 12:26
Il conducente della vettura si è accorto di un po' di fumo uscire dalla parte anteriore del mezzo all'altezza di passo Cereda. In azione la macchina dei soccorsi
01 ottobre - 11:42

Il bollettino sulla situazione Coronavirus in Alto Adige segna nelle ultime 24 ore un incremento di 29 nuovi casi su 1734 tamponi. Sale a 3568 il numero di contagi da inizio epidemia, mentre quello dei decessi è fermo da tempo a 292. Dopo i 4 studenti infetti comunicati ieri dalla Provincia, le persone in isolamento e quarantena salgono a 1640

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato