Contenuto sponsorizzato

''Date alla cannabis medica il posto che merita. Non potete negarci una pianta che ci aiuta''

La richiesta è di Stefano Balbo paziente che soffre di sclerosi multipla, diabete e sindrome dell'uomo rigido. L'ha fatta durante il ''Sabato dei Pazienti'' sportello informativo che si tiene ogni primo sabato del mese a Bolzano. Pittini: ''Dal punto di vista medico la cannabis ha un profilo di sicurezza molto alto"

Pubblicato il - 06 ottobre 2018 - 16:15

BOLZANO. "Date alla cannabis medica il posto che merita, come alternativa nella medicina. Non ci si può negare una pianta che ci aiuta". Questo l'appello di Stefano Balbo, paziente che soffre di sclerosi multipla, diabete e sindrome dell'uomo rigido, in terapia con cannabis dal 2007 (il primo in Italia). E' lui, vicepresidente del Cannabis Social Club, a chiedere impegno e solidarietà a tutti, dalla politica ai medici, passando per i pazienti e i parenti dei pazienti, in questa che è una battaglia di tutti, una vera e propria battaglia di civiltà.

 

"Le cure mediche - spiega Balbo - con la cannabis sono inadeguate. L’approvvigionamento discontinuo dell'offerta si verifica continuamente, cosicché noi pazienti non possiamo più trovare il farmaco in nessuna farmacia. Siamo costretti ad abbandonare i piani terapeutici e dobbiamo ricorrere nuovamente a farmaci di cui non possiamo tollerare gli effetti collaterali".

 

Per sensibilizzare la comunità sul tema e fare corretta informazione ogni primo sabato del mese, al Cannabis Competence Center di Bolzano in via Dante 2, sarà aperto una sorta di sportello al quale tutti potranno rivolgersi per capire quanto sia importante questa pianta in uso medico. "La cannabis medica ha molti vantaggi - spiega il dottor Roberto Pittini, terapista del dolore a Merano e coordinatore del comitato scientifico del Csc -. Dal punto di vista medico la cannabis ha un profilo di sicurezza molto alto e devono essere sottolineati soprattutto i minori effetti collaterali rispetto ad altri farmaci di uso comune. Può fornire sollievo in una varietà di sintomi e disturbi, in particolare nel dolore cronico, neuropatico od
oncologico, associato ad alcune malattie infiammatorie o degenerative del sistema nervoso
".

Quali? "Per esempio in casi di artrite o fibromialgia, epilessia, nell'asma o glaucoma, o anche nei disturbi del sonno e nell'ansia - prosegue Pittini -. In relazione a malattie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson, il morbo di Huntington o la sclerosi laterale amiotrofica (SLA), sono attualmente in corso ricerche più dettagliate. I successi nell'applicazione sono notevoli. Purtroppo, come era per me, molti colleghi medici hanno poca o nessuna esperienza in questo campo".

 

Uno di quelli che non si stancano mai di difendere i pazienti del Cannabis Social Club è il presidente Peter Grünfelder. Il suo lavoro di sensibilizzazione ha già dato i suoi frutti con la decisione della giunta provinciale altoatesina del marzo 2018: da allora non solo le modalità di prescrizione e preparazione della cannabis sono regolamentate, ma è prevista anche l'assunzione dei costi da parte del servizio sanitario, cosa che crea maggiore chiarezza per i pazienti e i medici. "Tuttavia - racconta - molti pazienti in terapia con cannabis si trovano in una situazione precaria. La mancanza di volontà politica della pubblica amministrazione provoca strozzature nell'offerta e poi vi è una burocrazia sproporzionatamente costosa della medicina. In una società moderna illuminata, la discriminazione contro questa pianta medicinale usata per millenni non è più accettabile".

L'iniziativa "Sabato dei Pazienti" ha lo scopo di informare la società, i cittadini e i pazienti. In via Dante 2, questi incontri dei pazienti si terranno ogni primo sabato del mese dalle 10 alle 13. Sia i pazienti che i medici del Comitato Scientifico del CSC saranno presenti e disponibili per la consultazione e lo scambio di conoscenze. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 maggio - 15:38

L'attività di prevenzione e repressione delle violazioni in materia di "tutela della salute", "sicurezza prodotti" e "contraffazione" si è intensificata nel corso dell'emergenza sanitaria per Covid-19 e i finanzieri hanno stroncato un illecito da oltre 100.000 euro, un volume d'affari che corrisponde al valore commerciale delle mascherine se fossero state immesse sul mercato

27 maggio - 12:03

E' successo questa mattina. I due uomini stavano risalendo il canalone con i ramponi quando, probabilmente, sono stati investiti da una scarica di sassi e Zenatti ha perso l'equilibrio

27 maggio - 15:58
L'allerta è scattata intorno alle 15.30 in località Cercenà di Roncone sul territorio di Sella Giudicarie. Secondo le prime informazioni, una persona stava effettuando alcuni lavori in zona del rifugio la Rocca a quota 1.000 metri
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato