Contenuto sponsorizzato

Affitti, Trento e Bolzano tra le più care d'Italia. Con 1.000 euro al mese si va dal monolocale di Milano ai 200 mq di Catanzaro

Pubblicata su Il Sole 24 Ore la singolare classifica. Obiettivo? Capire quanti metri quadri ci si possono permettere con una spesa mensile media di 1.000 euro in tutti i capoluoghi di regione. Quello che sorprende è la discrepanza tra le prime classificate e le ultime

Pubblicato il - 28 novembre 2019 - 13:25

TRENTO. Se avete a disposizione 1.000 euro al mese da investire nell'affitto di un appartamento, questa classifica potrebbe fare al caso vostro. 

 

E' stata pubblicata su Il Sole 24 Ore, basandosi sui dati elaborati dagli studi di Idealista, un'indagine che analizza (e classifica) quanti metri quadri si possono affittare nei capoluoghi italiani con 1.000 euro al mese. Quello che sorprende (ma forse non troppo) è la discrepanza tra la prima classificata e l'ultima. Spostandosi sullo stivale, con quella cifra, si può infatti passare da un monolocale ad un attico di 200 metri quadri. 

 

L'analisi è stata condotta partendo dai dati dei prezzi di affitto raccolti nel terzo trimestre 2019. Obiettivo? Capire quanti metri quadri ci si possono permettere con una spesa mensile media di 1.000 euro in tutti i capoluoghi di regione. 

 

Il dato, a livello nazionale, dice questo: con 1.000 al mese ci si possono concedere 103 metri quadri, il corrispettivo di un quadrilocale. I metri, però, si dimezzano nei grandi centri urbani e raddoppiano in alcune città. 

 

La maglia nera spetta a Milano dove, con questo budget, ci si può a fatica permettere una soluzione di 53 metri quadri. Firenze e Venezia, con la stessa cifra, "offrono" 10 metri quadri in più (63 mq). Al quarto posto, Bologna con 75 metri quadri. 

 

Nella top 10 delle città più care troviamo sia Trento che Bolzano. A Trento, con 1.000 euro, ci si può permettere un alloggio di 93 metri quadri (lo stesso che a Napoli). A Bolzano, invece, i metri si riducono a 76 (media che il capoluogo altoatesino condivide con Roma). 

 

Verona, con una media di 96 metri quadri, e Padova, con una media di 103 metri quadri, rientrano perfettamente nella media nazionale. Tra i grandi centri, invece, si segnalano Torino, Bari, Genova e Palermo (da 125 a 154 metri quadri) che offrono considerevoli metrature ai locatari. 

 

Dai 53 metri quadri di Milano ai 200 metri quadri di Catanzaro. Sì perché spostandosi a sud, e nei piccoli centri, i metri a disposizione aumentano esponenzialmente (quadruplicando, ad esempio, a Catanzaro). A Cagliari sono 114 i metri quadri a disposizione, 120 quelli di Aosta, 147 a Catania

 

Agli ultimi posti (quindi tra i capoluoghi più convenienti), troviamo invece L'Aquila (161 mq), Potenza (169 mq), Campobasso (184 mq) e , appunto, Catanzaro con una media di 200 metri quadri per 1.000 euro. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

16 gennaio - 18:29

Nella consueta conferenza sulla situazione Coronavirus in provincia di Trento, il direttore generale dell'Apss Pier Paolo Benetollo ha ribadito l'importanza di sottoporsi all'isolamento in caso di contatto con un positivo. "Il tampone è un utile strumento ma non in questo caso"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato