Contenuto sponsorizzato

In Trentino cresce il business della ''Cannabis light''. Gli esercizi: ''Serve una regolamentazione chiara''

Tra i prodotti più richiesti e venduti troviamo al primo posto la cannabis light, ovvero le infiorescenze di canapa a contenuto legale di THC. Al secondo posto i semi di cannabis, che in Italia vengono commercializzati per i collezionisti. Al terzo posto si confermano gli articoli per la coltivazione e il giardinaggio, dalle lampade ai fertilizzanti, dalle serre domestiche ai manuali

Pubblicato il - 17 gennaio 2019 - 11:18

TRENTO. Cresce anche in Trentino il business della “Cannabis light”. La provincia di Trento, come quella di Bolzano, segue il trend nazionale che vede nuove aperture e una diffusione sempre maggiore dei cosiddetti growshop.

 

A rilevarlo è il censimento di 713 shop in tutto il Paese, effettuato da Magica Italia, la prima guida italiana della rivista Dolce Vita, dedicata al mondo della cannabis.

 

Nel 2018 sono 305 i nuovi esercizi che determinano una crescita del 75% rispetto al 2017, con  il Trentino Alto Adige che segna 4 nuove aperture nel 2018 posizionandosi al tredicesimo posto nazionale. Trento ha 6 punti vendita e Bolzano 4.

I dati sono frutto di un'analisi degli esercizi del "cannabusiness" legalmente riconosciuti nelle regioni italiane e nei capoluoghi di provincia.

 

Un growshop è un negozio specializzato in articoli e attrezzature per la coltivazione e il giardinaggio con un occhio di riguardo al mondo della canapa. Tra questi ci sono gli headshop (vendita di articoli per fumatori, ovvero accendini, posaceneri, cartine, cilum, narghilè, bong e vaporizzatori), gli hempshop (vendita di articoli e prodotti riguardanti la canapa o derivati-realizzati con la stessa (abbigliamento, cosmetica, alimenti, libri, riviste, dvd, ecc), gli smartshop (vendita di sostanze psicoattive legali come integratori o composti di origine naturale e sintetica) e i seedshop (vendita di semi di cannabis a scopo collezionistico). Spesso un growshop è tutto questo e molto altro: punti di riferimento per gli amanti della canapa, info point e angoli degustazioni di prodotti alimentari.

 

Negli ultimi anni il mercato si è strutturato in tre diverse forme: il negozio singolo di proprietà, le realtà che si sono sviluppate creando un franchising e i distributori che si occupano di rifornire anche i negozi potendo garantire grandi quantità di merce trattata.

Tra i prodotti più richiesti e venduti troviamo al primo posto la cannabis light, ovvero le infiorescenze di canapa a contenuto legale di THC. Al secondo posto i semi di cannabis, che in Italia vengono commercializzati per i collezionisti. Basti pensare che tra le tre principali varietà e incroci (Sativa, Indica e Ruderalis) esistono almeno 300 varianti. Al terzo posto si confermano gli articoli per la coltivazione e il giardinaggio, dalle lampade ai fertilizzanti, dalle serre domestiche ai manuali.

 

Anche oltre oceano il trend sembra andare in quella direzione: 29 stati USA e il Distretto della Columbia hanno approvato normative che contemplano l'esenzione dal divieto per uso medico. Colorado e Washington hanno scelto di legalizzare l'uso personale, California, Massachusetts, Maine, Nevada, Alaska, Oregon e Washington DC hanno legalizzato la vendita di cannabis a scopo ricreativo. Dallo scorso anno il Vermont è divenuto il nono stato USA a legalizzare la cannabis a scopo ricreativo, e il primo a farlo per via parlamentare

 

«Le istanze del mondo growshop - spiega Matteo Gracis, Direttore di Dolce Vita - sono sempre legate alla richiesta di una regolamentazione chiara da parte delle istituzioni, a una sensibilizzazione dei media e dell'opinione pubblica per lavorare senza pregiudizi nella più totale trasparenza e legalità, ma, anche l'urgenza della liberalizzazione della coltivazione domestica attraverso normative condivise. Come nel resto del mondo tutti i rappresentanti della filiera sarebbero lieti di contribuire al gettito fiscale e al contempo contrastare il traffico delle droghe leggere da troppo tempo in mano a mafie e criminalità».

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 agosto - 12:17

In Italia ogni anno si denuncia la scomparsa di migliaia di persone. Nel 75% dei casi vengono rintracciate, ma dal 1974 ad oggi sono quasi 60mila i soggetti svaniti nel nulla. In maggioranza minorenni stranieri, le scomparse coinvolgono anche anziani malati e minorenni in conflitto con la famiglia. L'allontanamento volontario è la causa principale

24 agosto - 21:42

Il maltempo ha costretto a cancellare l'uscita all'Acropark e al mini-golf in calendario per venerdì 23 agosto, così i coordinatori non si sono persi d'animo, anzi hanno avuto l'intuizione e la prontezza di cambiare piano nel giro di pochi minuti. Vadagnini: "Un'iniziativa semplice che però può essere molto formativa"

25 agosto - 06:01

Lettera aperta di cittadini e satini all'assessore all'ambiente. Progetto costoso, inutile e dannoso, che avvantaggia un'azienda privata, scrivono i firmatari. "Ridiscutiamo il tutto, per un turismo sostenibile"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato