Contenuto sponsorizzato

Sul sito del comune di Riva una sezione ad hoc per combattere la violenza sulle le donne. Ecco vademecum e numeri che possono salvare la vita

Lo scopo è quello di fornire informazioni e indicazioni utili alle donne che si trovano alle prese con problemi di questo tipo e a chi fosse al corrente di situazioni di violenza. L’assessora Lucia Gatti: “L’ente locale deve essere sempre parte attiva, queste tematiche meritano la massima attenzione”

Di Tiziano Grottolo - 01 novembre 2019 - 15:32

RIVA DEL GARDA. “È violenza contro le donne ogni atto di violenza fondata sul genere che provochi un danno o una sofferenza fisica, sessuale o psicologica per le donne, incluse le minacce, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà”. Così recita l'articolo 1 della dichiarazione Onu sull’eliminazione della violenza contro le donne, ed è proprio per mantenere alta l’attenzione su questo fenomeno che il comune di Riva del Garda ha realizzato in questi giorni una pagina dedicata sul sito web istituzionale, con lo scopo di fornire informazioni e indicazioni utili alle donne che si trovano alle prese con problemi di questo tipo e a chi fosse al corrente di situazioni di violenza.

 

Ricordiamo che proprio la comunità altogardesana è stata scossa da due terribili episodi, due femminicidi che hanno lasciato un segno indelebile, due donne Eleonora e Alba Chiara strappate alla vita. Sono gli stessi numeri a restituire un quadro preoccupante con oltre 50 episodi al mese che coinvolgono anche le più giovani e forse per questo più vulnerabili.

 

È per combattere questo odioso fenomeno che il comune rivano ha deciso di fornire un ulteriore strumento, la pagina web infatti raccoglie varie informazioni come la normativa di riferimento “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere”, legge che si muove in tre direzioni complementari: prevenire i reati, punire i colpevoli, proteggere le vittime.

 

Ma anche tutti recapiti utili per chi è in cerca di aiuto, come quello della Casa Rifugio di Trento che offre assistenza a donne sole o con figli che vivono in situazione di violenza. Oppure del Centro antiviolenza di Trento per donne minacciate o che subiscono violenza e della Fondazione Famiglia Materna di Rovereto che gestisce una struttura di accoglienza per donne sole o con figli.

 

 

Fra i vari recapiti ci sono anche quelli di Punto d’approdo di Rovereto una struttura di accoglienza per donne sole o con figli, di Alfid Onlus di Trento associazione laica di famiglie in difficoltà che offre servizi ai singoli e alla coppia, di Atas Onlus di Trento che a sua volta dispone di alloggi in autonomia per donne sole o con figli.

 

Dopodiché vengono Casa tridentina della giovane di Trento una struttura di accoglienza per giovani e donne, Casa di accoglienza alla vita “Padre Angelo” Onlus di Trento che offre un servizio residenziale a bambini con madri in difficoltà. Per finire due numeri d’emergenza estremamente importanti quello di Antiviolenza Donna (1522) e il numero Unico di emergenza (112).

 

 

Inoltre, sullo stesso sito, si può consultare e scaricare (in allegato qui sotto) il vademecum “Uscire dalla violenza si può”, realizzato dall’Ufficio pari opportunità della Provincia di Trento e dedicato alla “rete delle associazioni e delle istituzioni che agiscono contro la violenza sulle donne in provincia di Trento”.

 

 

 

 

“L’iniziativa è stata possibile grazie alla fattiva collaborazione con l'Ufficio pari opportunità e il Servizio prevenzione rischi, Ufficio Centrale Unica di Emergenza della Provincia autonoma di Trento – ha spiegato l’assessora alle politiche sociali, familiari e per i giovani Lucia Gatti – con i quali il Comune di Riva del Garda si rapporta e si confronta su questo genere di tematiche, che per la loro complessità, delicatezza e drammaticità meritano la massima attenzione. È mia convinzione che l’ente locale debba essere sempre parte attiva nel confronto sulla definizione degli obiettivi strategici e nell’attuazione delle azioni politiche conseguenti”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 gennaio - 13:44

L'allerta è scattata intorno alle 12.45 di oggi, sabato 23 gennaio, in zona del Dosso Costalta, parte sud-occidentale del Lagorai tra l’altopiano di Pinè e la val dei Mocheni. Sono in corso le operazioni e le attività di soccorso

23 gennaio - 10:39

Dopo ore di attesa, con trattative serrate tra le autorità sanitarie di Roma e di Milano sulla colorazione della Lombardia, sono state grosso modo confermate le classificazioni della scorsa settimana. Trentino ancora giallo, Alto Adige rosso. A cambiare sono solo 2 regioni

23 gennaio - 11:29

La neve è tornata a interessare le Dolomiti fra Alto Adige e Bellunese. Chiusi i passi Fedaia, Pordoi, Falzarego, Val Parola e Giau. Veneto Strade ha disposto la chiusura anche della regionale 48 delle Dolomiti e della provinciale 49 di Misurina. La sindaca di Auronzo: "Non usate l'automobile"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato