Contenuto sponsorizzato

Al via il progetto di Coliving. In Trentino arrivano tre nuove famiglie dal Veneto e una dall’Emilia Romagna

Sono pronti per essere abitati i 4 alloggi Itea destinati alle famiglie assegnatarie che hanno deciso di costruire il proprio futuro nello scenario di Luserna, grazie al progetto “Coliving collaborare condividere abitare”. Il sindaco Gianni Nicolussi Zaiga: “Le famiglie si sono innamorate dell’Altopiano Cimbro durante le loro vacanze. Ci auguriamo possano essere presto i nuovi volti della Croce rossa o dei Vigili del fuoco volontari del paese”

Di Laura Gaggioli - 26 novembre 2020 - 19:39

LUSERNA. Sono state consegnate le chiavi dei 4 appartamenti di proprietà di Itea situati nel Comune di Luserna-Lusérn e messi a disposizione con un contratto di comodato gratuito per la durata di 4 anni, come previsto dal progetto sperimentale nato all'interno del Distretto famiglia degli Altipiani Cimbri. Questo punta ad invertire le tendenze di spopolamento della Comunità e a valorizzare il patrimonio abitativo pubblico esistente (qui articolo).

 

“Gli aggiudicatari degli alloggi sono quattro giovani nuclei familiari, che porteranno con sé anche 9 bambini che presto animeranno i banchi delle scuole cimbre - commenta il Sindaco di Luserna, Gianni Nicolussi Zaiga - tre dei nuovi nuclei familiari arrivano dal Veneto, mentre una dall'Emilia Romagna. Sono stati infatti rapiti dalla vocazione paesaggistica di questi luoghi, conosciuti per via di viaggi inaspettati o consigliati da amici, e che li ha fatti innamorare dell’Altopiano Cimbro tanto da portarli alla decisione di spostare qua la loro base”.

 

L’insediamento richiederà tempo, ma sul tavolo sono già pronti i progetti di volontariato con i quali le famiglie contraccambieranno la grande opportunità di vivere in paese senza sostenere l’affitto. Ci sarà chi offrirà lezioni private agli studenti e chi si occuperà della cura del verde pubblico. Dall’altro lato il sindaco però confessa: “Come paese, ci auguriamo che i nuovi arrivati possano essere presto anche i nuovi volti della Croce Rossa Italiana o dei Vigili del Fuoco Volontari. Si tratta di servizi fondamentali per le zone periferiche e di montagna come la nostra, al fine di poter garantire un pronto intervento per le gestioni di emergenza dei nostri concittadini e sopperire ai tanti chilometri che ci distanziano dai centri cittadini e dagli ospedali”.

 

L’insediamento delle famiglie sarà accompagnato dal lavoro della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri e dalla Fondazione Franco Demarchi. “Conoscendo la realtà di Luserna, e in generale dei paesi di montagna, i nuovi nuclei non avranno problemi ad essere integrati nella realtà del paese - commenta il sindaco - tradizionalmente qui la gente è ospitale perché nei paesi più piccoli, non potendo contare sulla prontezza dei servizi pubblici come nelle grandi città, si istaurano automaticamente relazioni di amicizia e di mutuo aiuto, allontanando lo spettro dell’individualismo”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 gennaio - 19:59

Il numero dei pazienti covid scende ancora e si posiziona a 260, ma la notizia incoraggiante sta anche nel forte calo dei decessi che oggi si fermano ad 1 solo caso avvenuto a Mori. Dei nuovi casi positivi, gli asintomatici sono 75 mentre i pauci sintomatici sono 96. Ci sono altri 19 casi di bambini e ragazzi in età scolare che hanno contratto il virus (le classi in quarantena ieri erano 24) e di questi 3 piccoli hanno meno di 5 anni. Gli ultra settantenni invece sono 30

22 gennaio - 18:49

Intervenuto nella conferenza stampa sulla situazione Covid in provincia, il direttore della Prevenzione dell'Apss Antonio Ferro spiega l'errore nella somministrazione a 12 operatori dell'ospedale di Rovereto di una soluzione fisiologica al posto dei vaccini. "Questo dimostra quanto siano importanti i controlli"

22 gennaio - 17:57

Sul fronte della campagna di vaccinazione,  sono stati somministrati 12.866 vaccini, di cui 3.281 ad ospiti di residenze per anziani. Si registrano 19 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato