Contenuto sponsorizzato

I trentini promuovono i loro trasporti pubblici. Prima cosa da migliorare? La correttezza dei controllori

Presentato lo studio di soddisfazione degli utenti di tutti i trasporti pubblici. "Vince" il trasporto Urbano Alto Garda. Tra le priorità dei cittadini, anche sui mezzi, c'è la sicurezza. Promosse le riforme degli ultimi mesi

Pubblicato il - 13 luglio 2017 - 20:08

TRENTO. Clienti soddisfatti, in particolare quelli che usano autobus e pullman. Sono stati illustrati oggi nella sede di Trentino Trasporti, presenti l'assessore provinciale competente Mauro Gilmozzi e quello comunale di Trento Paolo Biasioli, i risultati dell'Indagine sulla soddisfazione del cliente del trasporto pubblico locale in Trentino.
 

La rilevazione è stata compiuta tra fine marzo ed inizio aprile 2017 con la somministrazione di interviste dirette alle fermate, alle stazioni e alle autostazioni con la tecnica "face to face". Complessivamente sono stati intervistati 2.231 utilizzatori del trasporto pubblico locale: servizi urbani di Trento e di Rovereto, servizio extraurbano su gomma, servizio urbano Alto Garda, servizio ferroviario Ftm (ferrovia Trento-Malé), servizio ferroviario Ftb (Trento-Bassano corse svolte da Trentino trasporti esercizio).

 

Il giudizio complessivo del servizio è particolarmente lusinghiero. L'indice generale di soddisfazione viene calcolato in base alla risposta alla domanda diretta: "Secondo una scala che va da 1 (per nulla soddisfacente) a 10 (molto soddisfacente), come giudica complessivamente il servizio prestato da Trentino trasporti esercizio?". ll valore è espresso da 0 a 100 e considera le persone che danno una valutazione uguale o maggiore di 7:

Questi i risultati:

 

-       Totale                                                                                          94,8

-       Urbano di Trento                                                                        94,4

-       Urbano di Rovereto                                                                    94,5

-       Servizio extraurbano                                                                  94,3

-       Urbano Alto Garda                                                                     99,3

-       Ferrovia Trento Malé                                                                  91,8

-       Ferrovia Trento Bassano (corse svolte da Ttesercizio)              97,0

 

Il voto medio strappati dalle varie realtà è il seguente: "Secondo una scala che va da 1 (per nulla soddisfacente) a 10 (molto soddisfacente), come giudica complessivamente il servizio prestato da Trentino trasporti esercizio?".

 

-       Totale                                                                                        7,96

-       Urbano di Trento                                                                      7,94

-       Urbano di Rovereto                                                                  8,06

-       Servizio extraurbano                                                                8,03

-       Urbano Alto Garda                                                                   8,39

-       Ferrovia Trento-Malé                                                               7,96

-       Ferrovia Trento-Bassano                                                          7,65

 

Per quanto riguarda i singoli fattori oggetto di indagine, si registrano anche in questo caso giudizi decisamente positivi.

L'indice di soddisfazione per ciascun fattore è realizzato considerando i clienti che attribuiscono ai singoli fattori un valore uguale o superiore a 7. L'indice è espresso in centesimi e può, quindi, variare da 0 a 100, dove 0 = nessuno soddisfatto e 100 = tutti soddisfatti.

 

Di seguito l'indice di soddisfazione (dal più alto al più basso):

Dislocazione delle fermate                                             91,1

Informazioni alle fermate                                               91,1

Copertura del territorio                                                   90,5

Facilità di reperimento dei titoli di viaggio                    89,7

Facilità di reperimento delle informazioni                     88,4

Sicurezza personale a bordo dei mezzi                          88,3

Cortesia e disponibilità degli autisti                               87,9

Condotta di guida degli autisti                                       86,4

Rapidità di viaggio                                                        86,3

Funzionamento degli strumenti                                     85,7

Sicurezza personale alle fermate e alle stazioni            85,4

Puntualità intesa come rispetto degli orari                   84,4

Comodità di coincidenze                                              84,2

Risposte alle richieste sul servizio                                83,6

Frequenza delle corse                                                   82,8

Correttezza dei controllori                                           79,4

 

Curioso quest'ultimo dato che metterebbe proprio i controllori tra le priorità, per l'azienda sulle quale migliorare. La sicurezza è, invece, in cima alla lista delle cose che gli utenti ritengono più importanti quando salgono sul mezzo pubblico. 

 


 

Infine, per quanto riguarda le domande "a tema" del Servizio Urbano di Trento, riscontro positivo da parte degli intervistati hanno ottenuto sia l'obbligo di salita dalla porta anteriore (il 63% degli intervistati l'ha ritenuta una novità "utile") sia la possibilità di vendita a bordo dei biglietti (per l'84% degli intervistati).

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 marzo 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 marzo - 20:08

Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicato 1 decesso. Sono 61 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

02 marzo - 19:51

In Italia il 54% dei contagi è legato alla variante inglese, il 4,3% a quella brasiliana e lo 0,4% a quella sudafricana. A Brescia, per la prima volta, isolata quella nigeriana. L’Iss: “In un contesto in cui la vaccinazione non ha ancora raggiunto coperture sufficienti, la diffusione di mutazioni a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguate”

02 marzo - 19:40

C'è la firma sul nuovo Dpcm, il primo del premier Draghi, che entra in vigore dal 7 marzo al 6 aprile, Pasqua inclusa. Un'altra novità riguarda cinema e teatri. "Dal 27 marzo sarà possibile con una prenotazione online, tornare a frequentare i luoghi della cultura"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato