Contenuto sponsorizzato

Il carattere della Diatec e un PalaTrento infuocato stendono Perugia

Volley. La Trentino Volley vince 3-1 in gara 3 della semifinale scudetto e si porta in vantaggio nella serie. Un match equilibrato, dove la Diatec tiene duro nei momenti difficili e colpisce nelle fasi più importanti. Lanza mvp

Un muro a tre della DIatec (foto Marco Trabalza)
Di Luca Andreazza - 09 aprile 2017 - 20:23

TRENTO. Un PalaTrento esaurito in ogni ordine di posto spinge la Diatec Trentino a vincere per 3-1 (28-26, 30-28, 22-25, 25-21) contro Perugia in gara 3 valida per le semifinale playoff. Il punteggio è abbastanza netto, ma il match si è rivelato palpitante, equilibrato, scambi interminabili e sempre in bilico, tanto che i primi due parziali si risolvono ai vantaggi, durante i quali i padroni di casa mostrano il sangue freddo rivelandosi letali nella fase calda della gara. 

 

Dopo due settimane di pausa per lasciare spazio alle Coppe Europee, la Trentino Volley si porta in vantaggio per 2-1 nella serie facendo valere il fattore campo e un Van de Voorde, Giannelli e Lanza assoluti protagonisti dell'incontro. Gara 4 si gioca mercoledì 19 aprile alle 20.30 in Umbria, mentre l'eventuale Gara 5 sabato 22 aprile alle 20.30 in Trentino. Nell'altra semifinale Civitanova conduce la serie 2-1 contro Modena. La formazione di casa si porta sul 2-0, ma vince solo al tie break per 3-2 (25-21, 26-24, 21-25, 15-25, 15-12).

 

Angelo Lorenzetti sceglie  Stokr come opposto in diagonale a Giannelli, Urnaut e Lanza in banda, Solé e Van de Voorde al centro e Colaci libero.

Lorenzo Bernardi risponde con De Cecco alzatore, Atanasijevic opposto, Zaytsev e Berger laterali, Buti e Podrascanin al centro, Bari e Tosi in alternanza nel ruolo libero.

 

L’inizio di partita della Diatec Trentino è determinato (4-1), ma Perugia risponde immediatamente con De Cecco al servizio e Podrascanin a rete pareggiando in fretta i conti (5-5). Solé e Stokr mettono a terra un ace a testa e rimettono la squadra di casa avanti (11-9). Bernardi chiama un time out, ma alla ripresa del gioco un muro di Giannelli su Zaytsev allarga ulteriormente la forbice (14-11). La Sir Safety Conad non demorde: Atanasijevic pareggia i conti sul 17 pari. Questa volta è Lorenzetti a spendere un time out, ma alla ripresa un ace di Podrascanin e un muro dell’opposto serbo su Lanza invertono nettamente la tendenza (17-20). Trento non demorde e pareggia sul 22-22. I padroni di casa annullano due palle set agli ospiti e alla seconda occasione, un ace di Urnaut dice 28-26

 

Anche il secondo parziale si rivela equilibrato e sul filo del rasoio. Le formazioni sul parquet si equivalgono fino al 7-7. Giannelli e Lanza spingono la Diatec sul 10-7, ma Buti e Atanasjievic non sono d'accordo e dicono 14-14. Ancora gli spunti di Lanza e Giannelli consentono ai trentini di accelerare sul 19-16. La replica di Perugia è immediata per il 19-19. Una leggera flessione della formazione di Lorenzetti e la squadra di Bernardi prova lo strappo decisivo (19-23). Perugia però è fallosa e Trento pareggia: 23-23. L'equilibrio si protrae fino al 27 pari, quindi Trento annulla tre palle set e chiude alla seconda opportunità sul 30-28.

 

La gara scorre equilibrata a corrente alterna all'inizio della terza frazione fino al 9-9. Zaystev prova a spaccare la frazione e Perugia si trova sul 13-10. Lanza prova rispondere, ma il video check dice fuori per l'11-14 ospite. Trento non molla niente: una magia di Solè e il muro di Van de Voorde riportano in scia i padroni di casa (13-14). Solè sbaglia il servizio e Lanza pasticcia in ricezione, Perugia scappa di nuovo (13-16). Qualche fischio per l'ex Birarelli al servizio e le squadre in campo sono imprecise. Qualche errore spinge il punteggio al 17-19. Invasione di Atanasjievic e la Diatec si porta a contatto (18-19). Un primo tempo di Podrascanin fissa il 18-20 e risolve uno scambio lungo. Atanasjievic cancella a muro Stokr e sul 18-21 Lorenzetti chiama il time out per riordinare le idee. Zaystev scaglia lontano il pallone al servizio (19-21). Bernardi chiama il time out. Al rientro l'ace di Antonov scrive il 20-21. Lorenzetti si gioca la carta Nelli al servizio, la battuta è buona, ma Perugia tiene e risponde (21-23). Atanasijevic mette a terra per il 21-24, ma spreca in rete il primo set point. Il tecnico ospite chiama il time out e Atanasijevic chiude il parziale 22-25.

 

Lanza apre le danze del quarto set (1-0). Atanasijevic riparte da dove aveva finito (1-1). Van de Voorde e Stokr provano il primo break (3-1). Il nastro aiuta Zaytsev e Perugia pareggia subito (3-3). La Diatec chiama, Perugia risponde e la gara si porta sul 6-6. Trento perde un po' di lucidità e la formazione di Bernardi si riporta avanti (6-8). Berger trova l'ace per il 6-9. Lorenzetti costretto al time out. De Cecco sbaglia, quindi un muro di Nelli risolve uno scambio interminabile per il 9-10. La Sir Safety sbaglia ancora (10-10). Solè prima mette a terra una palla difficile, quindi sbaglia il servizio. Podrascanin mura, quindi il video check premia Lanza (12-13). Si gioca a colpi di video check: la sentenza però è favorevole ancora alla Diatec e il tiro di Podrascanin è fuori di un niente (14-14). Lanza trova l'ace e il PalaTrento esplode sul 16-14. Il pallonetto di Atanasijevic tiene Perugia a contatto (16-15). La pipe di Lanza è croce e delizia, la prima è buona, la seconda è fuori. Un'infrazione di Urnaut dopo uno scambio lunghissimo dice 17-17 e Lorenzetti viene ammonito per proteste. Una veloce di Giannelli sorprende Atanasijevic, ma poi spreca il servizio (18-18). Berger spara fuori il servizio, Urnaut invece trova l'ace per il 20-18. Bernardi chiama il time out. Al rientro Zaytsev e Atanasijevic  tirano out (22-18). Nelli salva una palla impossibile e Lanza elude il muro del 23-18. Lanza schiaccia per tre match point a disposizione. L'errore di Zaytsev al servizio consegna gara 3 alla Diatec per 25-19.

 

DIATEC TRENTINO-SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-1 
(28-26, 30-28, 22-25, 25-21)

DIATEC TRENTINO: Lanza 15, Van de Voorde 13, Giannelli 3, Urnaut 12, Solé 11, Stokr 12, Colaci (L); Antonov 1, Mazzone T. , Nelli, Mazzone D.. N.e. Burgsthaler, Blasi, Chiappa. All. Angelo Lorenzetti.
SIR SAFETY CONAD: Berger 7, Buti 6, De Cecco, Zaytsev 15, Podrascanin 10, Atanasijevic 22, Bari (L); Tosi (L), Mitic, Birarelli, Della Lunga. N.e. Paris, Chernokozhev, Franceschini.  All. Lorenzo Bernardi.
ARBITRI: Cesare di Roma e Simbari di Milano.
DURATA SET:  34’, 36’, 30’, 30’; tot  2h e 10’.
NOTE:  4.000 spettatori per un incasso di 81.265 euro. Diatec Trentino: 10 muri, 8 ace, 26 errori in battuta, 13 errori azione, 51% in attacco, 58% (27%) in ricezione. Sir Safety Conad: 9 muri, 6 ace, 24 errori in battuta, 13 errore azione, 48% in attacco, 55% (26%) in ricezione. Mvp Lanza.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 settembre - 13:16
Lo striscione intimidatorio è stato rivendicato dal Veneto Fronte Veneto Fronte Skinheads. La replica della Cgil: “Difendiamo la salute e il [...]
Cronaca
25 settembre - 12:59
L'incidente è avvenuto all'altezza della stazione di Marter (Roncegno Terme). Il corpo dell'animale preso in custodia dal corpo forestale. Notte [...]
Politica
25 settembre - 12:27
I cinque consiglieri del gruppo Verde regionale (fra cui Coppola e Zanella) hanno fatto sapere che restituiranno l’intera somma legata al [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato