Contenuto sponsorizzato

Un altro rinforzo per la Trentino Volley, il nazionale canadese Nicholas Hoag

Volley. Il posto-4 canadese è reduce dalle esperienze in Francia tra Tours e Paris, prima di arrivare a Milano. Nicholas Hoag inizia la propria avventura trentina in ottobre per gli impegni in Nazionale. Angelo Lorenzetti: "E' un giocatore duttile e di prospettiva, ma già esperto"

Nicholas Hoag in ricezione
Pubblicato il - 11 luglio 2017 - 16:45

TRENTO. Il mercato della Trentino Volley non conosce soste e il sodalizio di via Trener continua l'operazione di rinnovamento della rosa a disposizione di Angelo Lorenzetti. A poche ore dall'ingaggio di Daniele De Pandis, i gialloblu si assicurano anche le prestazioni di Nicholas Hoag.

 

Il posto-4, figlio d'arte dell'allenatore di fama internazionale Glenn, firma un contratto annuale: venticinque anni da compiere nella seconda metà di agosto, il laterale canadese è reduce da una positiva annata a Milano, dove si è messo in mostra realizzando 303 punti in 29 gare complessive. 

 

“Conosco e seguo Hoag - spiega l'allenatore Angelo Lorenzetti - fin da quando era ragazzino perché sono da tempo grande amico del padre Glenn Hoag e quindi ho potuto vederlo crescere negli anni. E’ sempre stato un giocatore duttile e di prospettiva, che ha già toccato livelli di gioco altissimi, come successo nella sua ultima stagione in Francia quando trascinò il Paris alla vittoria del campionato nazionale. La sua prima annata in Italia non è stata particolarmente fortunata, anche a causa di qualche problema fisico di troppo, ma rimane un atleta dotato di ottime caratteristiche offensive, in particolar modo in battuta e nell’attacco di pipe. Lavoreremo assieme perché possa essere sempre più completo e continuo”.

 

Proprio grazie agli insegnamenti del padre, Hoag deve la sua completezza tecnica e la sua capacità di ricoprire più ruoli: in Nazionale infatti viene spesso utilizzato anche come opposto essendo dotato di fondamentali di prima linea di assoluto livello e di una esperienza internazionale già molto importante.

 

Nonostante la giovane età, il canadese ha infatti già collezionato una cinquantina di partite ufficiali in Nazionale (oro ai Campionati Nord Americani 2015, chiusi col titolo di mvp, e il recentissimo bronzo in World League 2017) e vinto tre scudetti e due coppe in Francia tra Tours e Paris prima di approdare in Italia. 

Nicholas Hoag è l’ultimo dei giocatori impegnati con le Nazionali a mettersi a disposizione dello staff, fino ai primi di ottobre è infatti impegnato con la maglia del Canada a Colorado Spring (Stati Uniti) per giocare il Campionato del Nord e Centro America.

 

“Conosco bene la straordinaria storia recente di Trentino Volley - dice Nicholas Hoag - e ho seguito con interesse da avversario la sua ultima esaltante stagione: una squadra di alto livello con un staff molto preparato. Per me è un onore poter far parte di questa rosa: sono convinto che allenandomi ogni giorno in un gruppo così competitivo potrò migliorare ancora. Sono davvero entusiasta di poter giocare per un grande club come la Diatec.

 

LA SCHEDA NICHOLAS HOAG
nato a Sherbrooke (Canada), il 19 maggio 1992
200 cm, ruolo schiacciatore
2009/13 Cegep of Sherbrooke - Canada
2013/14 Tours Vb - Francia
2014/15 Tours Vb - Francia
2015/16 Paris Volley - Francia
2016/17 Revivre Milano SuperLega
 

Palmares
3 Campionato Francesi (2014, 2015, 2016)
2 Coppe di Francia (2014, 2015)
1 Supercoppa Francese (2014)

In nazionale
50 presenze con la Nazionale Canadese
Medaglia d’Oro Campionato Nordamericano 2015
Medaglia di Argento Campionato Nordamericano U21 2010
Medaglia di Bronzo World League 2017
Medaglia di Bronzo Giochi Panamericani 2015
Mvp Campionato Nordamericano 2015

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 marzo - 20:03
Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 4 decessi. Sono 84 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
06 marzo - 20:03

L'estate scorsa ci sono voluti 40 giorni in più rispetto agli altri anni per dare semaforo verde a questo servizio fondamentale e in quel lasso di tempo erano, purtroppo, morte affogate nei laghi trentini quattro persone. Questa volta si è giocato in anticipo, già disposto il dislocamento estivo dei sub direttamente all'eliporto Caproni

06 marzo - 15:14

Ha preso avvio il progetto pilota per effettuare l'autotest nasale nelle scuole primarie altoatesine. Dopo il no della Ripartizione italiana, sono state 11 le strutture che hanno preso parte, con 1145 bambini su 1673 testati, di cui 3 risultati positivi. L'assessore alla Salute Thomas Widmann: "Il metodo sembra funzionare"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato