Contenuto sponsorizzato

Nuovo ospedale della Val di Fiemme? Nuova Casa della salute? Una foto di 13 anni fa. In mezzo tante, tantissime, troppe, parole

Era l'estate del 2008. L’assessore alla sanità della Provincia autonoma di Trento, Remo Andreolli, in procinto di lasciare lo scranno di responsabile politico della sanità trentina salì a Predazzo per presentare il progetto, già bell’e fatto, della nuova Casa della salute, alla presenza del sindaco Longo e di Franco Dellagiacoma (non ricordiamo in che veste). Sembrava tutto fatto. Ora lì c’è la nuova biblioteca. E intanto si continua a parlare di ospedale e di Case di comunità
DAL BLOG
Di Francesco Morandini - 26 novembre 2021

Delle mie passioni (la politica, la scrittura e la biblioteca) mi è rimasta integra, o quasi, solo la seconda. La biblioteca era a scadenza e la politica è da tempo “scaduta” pur restandomi brandelli di interesse a livello locale

Era l’estate del 2008. L’assessore alla sanità della Provincia autonoma di Trento, Remo Andreolli, in procinto di lasciare lo scranno di responsabile politico della sanità trentina, stanti le elezioni che si sarebbero tenute da lì a poco (il 9 novembre), salì – in piena estate – a Predazzo per presentare il progetto, già bell’e fatto, della nuova Casa della salute, alla presenza del sindaco Longo e di Franco Dellagiacoma (non ricordiamo in che veste).

 

Una foto che ci è capitata in mano occasionalmente in questi giorni e che la dice tutta su come, e con che tempi e credibilità, si parla della sanità, in Trentino, ma soprattutto in val di Fiemme, dove l’attuale dibattito su dove costruire il nuovo ospedale ha tutto il sapore di un’ennesima beffa. Non si è riusciti in decenni a garantire quei servizi minimali e necessari (rafforzamento del pronto soccorso e dell’ortopedia, per citare i più “antichi”) ed ora si parla (e purtroppo chissà per quanto tempo ancora se ne parlerà solamente!) di un nuovo, presumo avveniristico, ospedale al posto delle piantine di abete (che tanto ne abbiamo abbastanza di alberi!) del vivaio di Masi.

 

Ma poi, in mezzo a questo dibattito, la giunta se n’è uscita qualche settimana fa con l’ennesima proposta che forse, solo perché consentirà di accedere ai fondi del Pnnr, ha speranze di essere realizzata. 11 nuove Case della salute, ribattezzate “Case della comunità”, cui Andreolli aveva pensato già 15 anni fa realizzandone però solo una, quella di Storo, ma progettandone altre, come appunto quella di Predazzo.

 

Ora si parla anche di 3 ospedali di Comunità tra cui dovrebbe starci, presumiamo, anche quello di Fiemme e Fassa. Presumiamo appunto, e non capiamo se – stante l’ipotesi del nuovo ospedale - fra queste 11 Case della comunità (almeno hanno cambiato il nome) ce ne sarà una anche per Fiemme e Fassa.

 

Intanto ci guardiamo la nostra foto d’archivio. Con un Andreolli pensieroso, Giovanni Zanon (sì, proprio lui, e già lui!) Commissario della Comunità territoriale al centro delle polemiche sulla secretazione del progetto Mak, Franco Dellagiacoma (ex sindaco per pochi anni) l’allora sindaco Silvano Longo e sullo schermo la “nuova casa della salute del Distretto di Fiemme, Comune di Predazzo”, una copertina cui sono seguiti, la ricordiamo bene quella serata, tanto di piante, prospetti, rendering. Sembrava tutto fatto. Il progetto innescò anche qualche polemica sulla qualità architettonica dell’edificio. Smorzate perché non si è fatto nulla. Ora lì c’è la nuova biblioteca. E intanto si continua a parlare di ospedale e di Case di comunità.

 

A parlare, appunto!

Ultima edizione
Edizione del 24 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 gennaio - 05:01
Una donna, della val di Fiemme, racconta in un audio dello stratagemma messo in pratica per ottenere il Green pass: “Mi sono messa nel naso il [...]
Cronaca
24 gennaio - 20:11
L'incontro si è svolto oggi, dopo che nelle scorse settimane la tematica è stata affrontata in diverse occasioni: l'Amministrazione ha confermato [...]
Cronaca
24 gennaio - 21:01
Fra pochi giorni un giudice dovrà stabilire se accogliere o meno il ricorso, presentato dai famigliari di Matteo Tenni, contro l’archiviazione [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato