Contenuto sponsorizzato

Esenzioni per le piccole aziende e sgravi fiscali per gli esercizi pubblici, approvata la legge speciale sui piccoli Comuni

La legge sui piccoli comuni, approvata in via definitiva dal Senato, interessa soprattutto i territori di montagna. Necessarie esenzioni specifiche e puntuali per le piccole aziende e sgravi fiscali: se non si corregge la tendenza al depauperamento, una comunità è destinata a morire
DAL BLOG
Di Franco Panizza - 29 settembre 2017

Segretario politico del Patt e Senatore nella XVII legislatura 

La legge sui piccoli comuni, approvata in via definitiva dal Senato, interessa soprattutto i territori di montagna. È un provvedimento significativo, al quale ho dato il mio contributo anche nella veste di vicepresidente dell'Intergruppo parlamentare per lo sviluppo della montagna, che introduce misure importanti per la riqualificazione e la valorizzazione dei centri storici, la connessione digitale, lo sviluppo turistico, la lotta al degrado degli edifici abbandonati.

 

Il punto dirimente però, come ho detto in aula nel mio intervento, è che finalmente si comprenda che le piccole realtà, soprattutto quelle di montagna, necessitano di una governance specifica, che punti a una maggiore sinergia interna, a un sistema integrato di servizi essenziali, a politiche per lo sviluppo produttivo e per l'attrazione di risorse economiche e sociali.

 

In questa cornice, deve essere valorizzato il contributo che può venire da chi la montagna la abita. Penso agli imprenditori agricoli che hanno periodi morti e macchinari disponibili, che possono tornare utili per lo sgombero della neve o per i piccoli lavori di manutenzione del territorio o di cura dei boschi, usufruendo così anche di una preziosa opportunità di arrotondamento economico. O al ruolo del volontariato culturale e sportivo che svolge una preziosa funzione di coesione sociale.  

 

Anche così si concorre a valorizzare le energie e i progetti diffusi anche nelle piccole realtà.

 

Poter vivere e produrre in montagna non è soltanto un diritto delle popolazioni interessate, ma è una risorsa per il sistema Italia che è necessario tutelare e incentivare.

 

Per questo vanno introdotte esenzioni specifiche e puntuali per le piccole aziende e per le attività economicamente poco rilevanti, ed in particolare sgravi fiscali per gli esercizi pubblici: se chiudono gli unici punti di ritrovo rimasti, se chiudono gli uffici postali, se non vengono garantiti i servizi scolastici e formativi, se non si corregge la tendenza al depauperamento, una comunità è destinata a morire.

 

Per questo valuto molto positivamente il sostegno previsto dalla legge all’istituzione di centri multifunzionali con una maggiore pluralità di servizi offerti per favorire le attività di promozione del tessuto storico e identitario del territorio e delle attività produttive legate al patrimonio naturale e artistico.

 

Io credo insomma che sia stata approvata una legge buona, con tanti elementi innovativi e un'articolata gamma di opportunità, a conferma della particolarità e della ricchezza dei piccoli territori.

 

Il mio auspicio è che su queste basi si trovino le risorse necessarie per darne adeguata attuazione. La prossima legge di bilancio sarà il terreno sul quale stabiliremo se questa legislatura ha avuto la giusta attenzione verso le piccole realtà e i territori di montagna, perché da troppo tempo i piccoli comuni attendono fatti concreti e le risorse necessarie per la loro tutela, la loro valorizzazione, la loro crescita. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 dicembre - 20:57

Sono 462 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 51 in alta intensità. Complessivamente 512 positivi e il rapporto contagi/tamponi si attesta a 8,7%

04 dicembre - 19:39

Spostamenti fra Regioni, supermercati, sport invernali dopo il Dpcm Fugatti firma una nuova ordinanza: “Gli operatori addetti agli impianti, in alternativa alla mascherina chirurgica, potranno utilizzare anche mascherine di stoffa a protezione delle vie respiratorie”. Agli over 70 si raccomanda di evitare i contatti con persone di età inferiore ai 30 anni

04 dicembre - 19:11

L'assessore alla Cultura Mirko Bisesti si è incontrato in videoconferenza con il presidente del Muse Stefano Zecchi e il Cda per annunciare la volontà della Provincia di assumere parte del personale esternalizzato. Soddisfazione da parte di Alberto Pacher e del direttore Michele Lanzinger: "Scelta quanto mai opportuna. Sui lavoratori delle cooperative auspichiamo contratti migliori"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato