Contenuto sponsorizzato

‘Non Una di Meno’: in 70 in piazza Dante per parlare di razzismi e migrazioni

Si sono ritrovati per partecipare all’assemblea pubblica: “Come donne, non tollereremo che i nostri corpi e i nostri diritti vengano usati in chiave razzista e islamofobica. Come esseri umani, ci rifiutiamo di guardare inermi le stragi che si compiono quotidianamente nel mediterraneo e ormai anche nelle strade delle nostre città”

Di Tiziano Grottolo - 02 settembre 2018 - 09:34

TRENTO.  Da alcuni mesi a questa parte, anche in Trentino si stanno svolgendo delle assemblee pubbliche organizzate da ‘Non Una di Meno’, il movimento internazionale che lo scorso 8 marzo aveva promosso lo ‘Sciopero Globale delle Donne’ portando in piazza migliaia di persone in tutto il mondo per denunciare la violenza di genere.

 

Sulla pagina Facebook della sezione trentina del movimento si legge: “Uno dei nostri obiettivi è aprire spazi di liberazione per le donne e per chiunque non si senta rappresentato da una società eteropatriarcale, razzista e transfobica". E ancora: "Di fronte alle affermazioni razziste e sessiste che si stanno diffondendo all'interno della società, preoccupate per le violenze che le/i migranti subiscono ogni giorno in Italia e nel mondo, indignate per le morti del Mediterraneo, crediamo che sia giunto il momento anche a Trento di iniziare una discussione pubblica su questi temi”.

 

Da qui l’idea di lanciare delle assemblee pubbliche, dove discutere di temi come razzismo e migrazioni, pochi giorni fa nella centralissima piazza Dante una settantina di persone si è data appuntamento per affrontare assieme queste tematiche. Durante l’assemblea sono emerse varie posizioni ma anche delle proposte concrete, tra queste, quella di organizzare una manifestazione che riporti al centro del dibattito pubblico questioni come quella del razzismo e della giustizia sociale e la creazione di uno sportello che possa supportare le persone che subiscono il razzismo.

 

Infine è stato lanciato il nuovo appuntamento che sarà mercoledì prossimo alle 19, sempre in piazza Dante, ma avvertono: “Le assemblee di NUDM sono spazi femministi ed inclusivi – pertanto – comportamenti discriminatori, sessisti, machisti, omo-trasfobici e razzisti non verranno tollerati”.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 19:16

Ci sono 5.400 casi e 462 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 675 (315 letti da Apss e 360 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tampone a 0,15%

25 maggio - 18:12
I tamponi analizzati sono stati 675 per un rapporto contagi/tampone che si attesta a 0,15%, il dato più basso da inizio epidemia. Un positivo nelle ultime 24 ore. Il Trentino si porta complessivamente a 5.400 casi e 462 decessi da inizio emergenza coronavirus
25 maggio - 16:21

L'assessora Segnana è intervenuta per scaricare la responsabilità sull'Ordine dei medici. Grosselli, Bezzi e Alotti: "Se esecutivo e dirigenti provinciali hanno sempre bisogno di qualcuno che dica cosa fare, per quale motivo vengono pagati dai trentini? Chieda scusa e ringrazi Ioppi invece di accusarlo". L'Upt: "Accuse di Segnana inaccettabili e vili. Bullismo istituzionale, arroganza e impreparazione"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato