Contenuto sponsorizzato

Pitbull sbranano il piccolo Ciuffo, ora i proprietari a processo

La vicenda risale a dicembre scorso. La padrona di Ciuffo era uscita con il proprio cane per una passeggiata quando gli sono piombati addosso dei pitbull

Pubblicato il - 23 settembre 2018 - 08:32

SAN MICHELE. A circa 9 mesi di distanza arriva in tribunale la vicenda di “Ciuffo”, il cagnolino sbranato da tre pitbull davanti agli occhi della padrona. Ora i proprietari dei tre cani sono accusati di uccisione di animale e di lesioni.

 

La vicenda risale al 7 dicembre dello scorso anno a San Michele. La padrona di Ciuffo, assieme al proprio cane tenuto al guinzaglio, stava facendo una passeggiata.Ad un certo punto, però, il cagnolino di appena 3 anni e che pesava meno di 5 chili, è stato attaccato dai pitbull che, secondo quanto ricostruito della vicenda, erano liberi. In un attimo sono piombati addosso a Ciuffo iniziando a morsicarlo. La padrona vedendo quello che stava cadendo, ha cercato di difendere il proprio cane cadendo poi a terra e ferendosi.

 

Il meticcio, ad un certo punto, è riuscito a scappare. La padrona, dopo essersi rialzata, è corsa versa casa e davanti alla parta di entrata ha trovato il suo cagnolino agonizzante. Trasportato immediatamente dal veterinario è morto poco dopo.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 20:41

L'intervento della Pat si articola in due fasi. Critiche anche Uil e Nursing up: "Ci chiediamo dove siano finiti i finanziamenti economici aggiuntivi che la Provincia ha ricevuto in marzo e maggio dal governo di Roma per sanità e contrattazione, per non parlare poi dei 20 milioni già stanziati nelle finanziarie provinciali per il nuovo contratto del pubblico impiego 2019/2021 e poi soppressi"

25 maggio - 19:16

Ci sono 5.400 casi e 462 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 675 (315 letti da Apss e 360 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tampone a 0,15%

25 maggio - 18:12
I tamponi analizzati sono stati 675 per un rapporto contagi/tampone che si attesta a 0,15%, il dato più basso da inizio epidemia. Un positivo nelle ultime 24 ore. Il Trentino si porta complessivamente a 5.400 casi e 462 decessi da inizio emergenza coronavirus
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato