Contenuto sponsorizzato

Blitz contro gli anarchici, sette persone arrestate. Salvini: ''Nessuna tolleranza per violenti e criminali''. Fugatti: ''Tempestivo intervento''

Colpita una presunta cellula anarco-insurrezionalista. Fugatti: ''La violenza va sempre respinta con fermezza''. Bisesti: ''Grazie di cuore alle forze dell'ordine''

Pubblicato il - 19 febbraio 2019 - 11:26

TRENTO. Un blitz dei carabinieri del Ros, della Digos e dell'antiterrorismo che ha portato all'arresto di sette persone e a diverse perquisizioni tra Trento e Rovereto. È avvenuto nella notte tra la valle dell'Adige e la Vallagarina; l'azione delle forze dell'ordine è stata volta a colpire una presunta cellula anarco-insurrezionalista (qui il primo articolo). E, a poche ore dagli arresti, arriva il plauso delle istituzioni tramite le dichiarazioni di Salvini, Fugatti e Bisesti.

 

Sono sette le misure cautelari emesse nei confronti di altrettante persone. Sarebbero (questa l'accusa) i responsabili di una serie di attentati contro obiettivi istituzionali avvenuti tra il 2017 e il 2019. Tra questi ci sarebbe anche l'ordigno che a ottobre è stato diretto contro la sede della Lega ad Ala, dove era in programma la visita di Matteo Salvini nel corso della campagna elettorale per le provinciali (qui l'articolo).

 

Le operazioni sono state condotte dai Ros dei carabinieri, dalla Digos e dall'antiterrorismo. Le indagini hanno visto anche diverse perquisizioni.

 

Nel pomeriggio alle 15 sull'operazione è in programma una conferenza stampa a Roma, probabilmente nella sede della Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo. Intanto arrivano le prime dichiarazioni del ministro dell'Interno e del governatore trentino. "Complimenti a polizia e a carabinieri - afferma Matteo Salvini - con un blitz antiterrorismo hanno arrestato sette anarco-insurrezionalisti. È successo in Trentino. Questi signori sarebbero i responsabili di vari attentati, tra i quali l'ordigno fatto esplodere davanti alla sede della Lega di Ala, a Trento, il 13 ottobre 2018. Nessuna tolleranza per violenti e criminali".

 

Maurizio Fugatti: "Esprimiamo il nostro pieno plauso alla polizia di Stato di Trento, ai carabinieri del Ros e del comando provinciale carabinieri, alla Digos e all'Antiterrorismo per il tempestivo intervento che, all'indomani di un nuovo, deprecabile attentato alla linea ferroviaria della Valsugana (qui articolo, ndr), ha portato allo smantellamento di una cellula anarco-insurrezionalista" che, ricorda poi, sarebbe "responsabile di numerosi atti di violenza, tra cui anche quello riguardante l'ordigno esplosivo collocato ad Ala, presso la sede della Lega, il 13 ottobre dello scorso anno".

 

"Vogliamo dire un forte "grazie" - prosegue il presidente della Provincia di Trento - a nome di tutti i trentini, a coloro che si adoperano in favore della legalità, della sicurezza, della repressione dei crimini, ribadendo che la violenza contro persone, cose, luoghi e infrastrutture pubbliche, idee, va sempre respinta e contrastata con fermezza. Le istituzioni trentine, dal canto loro, fanno e faranno sempre quanto è in loro potere per appoggiare il prezioso lavoro delle forze dell'ordine, nell'interesse della pace sociale e della democrazia".

 

Sull'operazione interviene anche l'assessore all'Istruzione Mirko Bisesti: "Grazie alle forze dell'ordine che sono riuscite a fermare sette persone accusate di essere vicine ad un movimento anarco-insurrezionalista e che in Trentino si sarebbero macchiate di vari atti come quello che ci ha coinvolto in piena campagna sulla sede di Ala, quando è stata fatta esplodere con un ordigno la vetrata della sede di partito. Un atto grave e come questo anche altri atti gravi. Assolutamente fondamentale ringraziare la polizia di stato e i carabinieri".

 

Anche in questo caso il riferimento è poi a quanto successo ieri a Caldonazzo: "Come abbiamo visto anche ieri in Trentino ci sono stati dei danni fatti a Caldonazzo lungo la linea ferroviaria. I cittadini che con le loro tasse fanno il Trentino migliore non devono finire per pagare danni fatti da questi delinquenti. Un grazie di cuore alla polizia e ai carabinieri".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 maggio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 maggio - 06:01

La malattia di Lyme è la più diffusa. Secondo i dati dell'Apss nel 2017 i casi notificati sono stati 29. Rizzoli: "Le temperature più miti hanno fatto prolungare il periodo di attività durante il quale la zecca cerca un ospite di cui cibarsi"

22 maggio - 09:07

Ieri mattina alcuni automobilisti si sono accorti dell'auto cappottata. All'interno c'era il corpo senza vita di Sergio Dagnoli, 38 anni. Cameriere in un hotel di Riva del Garda 

21 maggio - 19:03

Mentre il profilo, subito dopo che l'articolo de ilDolomiti è stato pubblicato, è stato rimosso (e la Pat spiega che sono in corso verifiche) emergono altri screenshot sull'attività ''social'' del braccio destro dell'assessore provinciale allo sviluppo economico e al lavoro. Dopo le frasi sessiste e razziste ecco quella contro le parti sociali (con le quali il capo di gabinetto dovrebbe trattare)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato