Contenuto sponsorizzato

Cooperazione internazionale, 41 docenti universitari firmano una lettera contro i tagli: ''Canale formidabile per la formazione dei giovani e per la ricerca scientifica''

Attraverso una lettera aperta i 41 docenti, di 9 diversi dipartimenti, si dicono aperti al dialogo e pronti a mettere a disposizione le nostre competenze nella formulazione delle future politiche e strategie di cooperazione internazionale del Sistema Trentino

Pubblicato il - 21 luglio 2019 - 20:47

TRENTO. “La cooperazione internazionale è un canale formidabile per la formazione dei giovani, per la ricerca scientifica collegata all’azione e alla valorizzazione dei territori". Inizia così la lettera aperta che 41 docenti dell'Università di Trento, appartenenti a 9 dipartimenti diversi, hanno voluto sottoscrivere per discutere sulla decisione presa dalla Giunta di tagliare lo 0,25% del bilancio per la cooperazione internazionale.

 

“La cooperazione e i fondi ad essa destinati – viene spiegato nella lettera - non vanno confusi con l’assistenzialismo, rappresentando invece una dimensione valoriale che può contribuire alla formazione degli studenti, così come a una più efficace comprensione dei fenomeni globali che quotidianamente ci condizionano”.

 

La decisione da parte della Giunta rischia di far rimanere un settore importante come quello della Cooperazione internazionale che ha sempre visto il Trentino distinguersi da altri, senza benzina. (QUI L'ARTICOLO)

 

Il piano della giunta sarebbe quello di usare quattro dei 10 milioni destinati alla cooperazione per ridurre gli abbonamenti al trasporto scolastico, così come per introdurre agevolazioni per le attività sportive degli studenti e per aumentare le detrazioni fiscali sul reddito femminile. (QUI L'ARTICOLO)

 

I 41 docenti che hanno sottoscritto la lettera si dicono aperti al dialogo e pronti a mettere a disposizione le nostre competenze nella formulazione delle future politiche e strategie di cooperazione internazionale del Sistema Trentino.

 

QUI LA LETTERA IN VERSIONE INTEGRALE

 


 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 04:01

Mentre dal 15 al 25 novembre i positivi comunicati da Fugatti e Segnana ai trentini sono passati da 3.099 a 2.461 quelli veri a Trento città sono passati da 2.240 a 2.500 e mentre il livello di contagio pare stabile i dati comunicati dalla Pat fanno salire enormemente il gap con tutti gli altri territori nel rapporto tra positivi e ricoveri, decessi e terapie intensive (dati, questi, che non si possono interpretare) e anche l'ex rettore Bassi conferma: ''Con impegno e costanza degni di miglior causa, il Trentino è riuscito a emergere nel panorama nazionale come una anomalia sempre più evidente''

26 novembre - 20:38

Sono 460 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 297 positivi a fronte dell'analisi di 4.323 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

26 novembre - 19:51

Mentre i contagiati comunicati da Fugatti e Segnana sono in costante calo, superati quasi ogni giorno dai guariti, il dato completo che comprende anche gli antigenici è meno rassicurante

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato