Contenuto sponsorizzato

Maltempo in Trentino, previsto fino a mezzo metro di neve in montagna. Aumenta il rischio di caduta alberi e permane il pericolo di valanghe

La nuova ondata di maltempo potrà portare  problemi di caduta rami o alberi in seguito all'azione combinata delle precipitazioni e del vento che andranno a sovrapporsi alla neve caduta nei giorni scorsi, con conseguenti possibili disagi alla circolazione e alle reti elettriche

Pubblicato il - 15 November 2019 - 08:32

TRENTO. L'ondata di maltempo non si ferma. Dopo la parentesi di ieri con qualche raggio di sole oggi è nuovamente allerta meteo. Da questa notte, infatti, su tutto il territorio ci sono precipitazioni diffuse che nel corso della mattina si intensificheranno fino a diventare forti e anche a carattere temporalesco.

 

Sui settori occidentali e settentrionali sono attesi 30 – 50 centimetri di neve attorno ai 1600 - 1800 metri. Da sabato a lunedì rimarranno condizioni variabili con fasi di precipitazioni perlopiù deboli o moderate, nevose oltre 1200 metri circa.

 

Le condizioni di maltempo potranno provocare problemi di caduta rami o alberi in seguito all'azione combinata delle precipitazioni e del vento che andranno a sovrapporsi alla neve caduta nei giorni scorsi, con conseguenti possibili disagi alla circolazione e alle reti elettriche.

 

In montagna permane il pericolo di valanghe per i nuovi significativi spessori di neve fresca che andranno a sovrapporsi su un manto nevoso non ancora consolidato.

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cultura
26 ottobre - 09:44
Tutto esaurito per il teatro di Villazzano che lo scorso venerdì 22 ottobre ha riempito, dopo tanto tempo, tutti i suoi 244 posti a sedere in [...]
Cronaca
26 ottobre - 16:28
Una Mercedes e un furgoncino sono rimasti coinvolti in un violento frontale avvenuto in galleria. Sul posto sono intervenuti sanitari, vigili del [...]
Politica
26 ottobre - 15:49
Nota per le posizioni No vax, negli scorsi giorni Cunial si era "barricata" negli uffici regionale del Lazio per protestare contro [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato