Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, 8 positivi fra gli alunni: c’è un nuovo focolaio. Chiusa per una settimana la scuola media Ada Negri di Bolzano

L’azienda sanitaria: “Le attività della scuola media saranno svolte attraverso la didattica digitale almeno fino al termine della prossima settimana”. La sospensione si è resa necessaria anche per consentire l’organizzazione e l’effettuazione dei test antigenici. Altri tre positivi in un secondo istituto della città

Di T.G. - 18 ottobre 2020 - 08:21

BOLZANO. La scuola media “Ada Negri” di Bolzano rimarrà chiusa sino al termine della prossima settimana. Questa la decisione presa dalle autorità scolastiche e sanitarie dopo che nell’istituto è stato scoperto un nuovo focolaio, con 8 studenti contagiati. Da lunedì 19 ottobre dunque, le attività della scuola media saranno svolte attraverso la didattica digitale almeno fino al termine della prossima settimana.

 

“La decisione di sospendere le lezioni in presenza – spiega l’azienda sanitari altoatesina – è necessaria per salvaguardare sia la salute di tutti sia il diritto all’istruzione di alunni e alunne”. Le autorità sanitarie infatti, d’intesa con la Sovrintendenza scolastica e la direzione della scuola, ritengono che questa misura di prevenzione, insieme a uno screening diffuso (tramite test antigenici) che verrà effettuato eventualmente a scuola, possa agevolare il ritorno a una situazione di normalità in sicurezza.

 

La sospensione si è resa necessaria anche per consentire l’organizzazione e l’effettuazione dei test. “Grazie all’esperienza e alle competenze maturate lo scorso anno scolastico, tutte le classi della scuola svolgeranno didattica a distanza”, assicura la Provincia di Bolzano.

 

Nel frattempo, pure nella scuola elementare di San Giacomo sono stati registrati tre casi di positività. Come ulteriore misura di prevenzione nei confronti degli alunni e del personale, saranno eseguiti dei test antigenici rapidi per Sars Cov-2. Il test, che si esegue come un normale tampone naso-faringeo, verrà effettuato su base volontaria lunedì 19 ottobre nella sede della scuola primaria di San Giacomo su 140 alunni.

 

Per accompagnare il proprio figlio o la propria figlia dovrà essere presente un solo genitore che rimarrà anche durante la procedura. Le operazioni avranno luogo in un’aula appositamente individuata e saranno coordinate dal personale della scuola, che predisporrà una scansione oraria, comunicata alle famiglie, da rispettare.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 febbraio - 19:39
Dopo 25 anni dal tragico accadimento l’amministrazione sceglie di interrompere gli eventi pubblici per ricondurre le celebrazioni alla sfera [...]
Montagna
05 febbraio - 19:42
A causa del distacco di valanghe, si contano molte morti ma anche un numero elevato di persone travolte. Arianna Sittoni, 30enne di [...]
Cronaca
05 febbraio - 19:22
La testimonianza di un residente del comune nella bassa Val di Non: "Era già successo due settimane prima che avessero provato a entrare in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato