Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, a casa si annoiavano e allora si sono riuniti per giocare a pallone e bere qualche birra: denunciati dai finanzieri

I quattro di età compresa tra i 22 e i 31 anni sono stati colti sul fatto dalla guardia di finanza a Corvara in Badia. Altre quattro persone sorprese in un benzinaio sedute a un tavolino a chiacchierare e fumare

Pubblicato il - 21 marzo 2020 - 12:12

BRUNICO. Bevevano birra e giocavano a calcio nel piazzale del palazzetto del ghiaccio e quanto sono stati redarguiti si sono giustificati dicendo che erano lì perché si annoiavano a casa e quindi erano usciti per stare un po' insieme. Ovviamente si sono beccati una denuncia per il mancato rispetto delle disposizioni per contrastare il diffondersi del coronavirus.

 

I militari della guardia di finanza di Brunico, infatti, hanno sorpreso 4 giovani a Corvara in Badia (tra l'altro una zona che ha già fatto registrare oltre 10 contagi) con pallone, abiti sportivi e anche birrette al seguito. Raggiunto il gruppo, venivano identificati quattro ragazzi tra i 22 e i 31 anni che avevano lasciato le proprie abitazioni senza giustificato motivo.

 

Redarguiti e istruiti sulle norme attualmente in vigore per limitare il contagio da Covid-19, i ragazzi si sono giustificati dicendo che erano lì perché si annoiavano a casa e quindi erano usciti per giocare a calcio e trascorrere del tempo insieme. Una motivazione, chiaramente, assurda in questo momento di emergenza e così per i quattro è arrivata la denuncia per il reato previsto dall’articolo 650 del codice penale (inosservanza di un provvedimento emanato dall’autorità).

 

Stessa sorte è toccata ad un altro gruppo di 4 persone, tra i 20 e 28 anni, di nazionalità kosovara, residenti a Campo Tures e San Martino in Badia, che sono stati trovati a Brunico in un distributore di benzina, e si sono seduti a un tavolino a chiacchierare e fumare. I quattro uomini hanno cercato di giustificarsi spiegando di essere usciti per comprare le sigarette.

 

Non ritenendo credibile tale giustificazione, considerata la distanza tra i Comuni di provenienza e Brunico, le fiamme gialle hanno proceduto alla denuncia degli stessi sempre per il reato previsto dall’art. 650 del codice penale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 19:34

Nella serata di ieri il Gattogordo di Trento è stato teatro di una discussione animata tra il proprietario Villotti e un gruppo di carabinieri, poliziotti e finanzieri. Secondo questi ultimi, dalle 20 il ristorante non può servire ai tavoli solamente bevande. L’oggetto del dibattito è la parola “attività” di ristorazione, che ha generato non poca confusione

31 ottobre - 18:56

In valore assoluto i dati più alti si registrano nei centri più popolosi (che è quello che sarebbe dovuto succedere anche nella prima ondata) e quindi dei 390 casi totali ben 208 sono concentrati tra Trento (127), Rovereto (56), Pergine (15) e Riva del Garda (10)

31 ottobre - 18:21

Il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, ha firmato le nuove ordinanze per i Comuni-Cluster valide per 14 giorni. Ai Comuni di Laives, Malles, Sarentino, Campo di Trens e Racines si aggiungono oggi anche Sluderno, Glorenza, Tubre, Gargazzone, Val di Vizze e Rasun-Anterselva

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato