Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, arrivano le t-shirt ''Aiutiamo chi ci aiuta e così andrà tutto bene'': ''Il ricavato alla Protezione civile''

Un lavoro di squadra nel quale ognuno ha messo in rete le proprie competenze e professionalità per creare la t-shirt #andratuttobene. Il ricavato, tolte le spese, verrà devoluto alla Protezione civile nazionale. "La scelta della grafica e dell'ente a cui destinare le risorse è arrivata dopo aver coinvolto diversi conoscenti, fornitori e familiari per un totale di oltre 350 persone e aver svolto un sondaggio"

Di Luca Andreazza - 29 marzo 2020 - 16:38

TRENTO. Sono tante le iniziative per raccogliere fondi in favore del sistema sanitario e quello di Protezione civile, ormai in trincea giorno e notte da settimane per fronteggiare l'emergenza coronavirus. "E' un momento decisamente incerto e difficile per tutti: non potevamo restare immobili e abbiamo deciso di metterci in gioco". Così l'art director Giuseppe Marchi che lancia l'iniziativa realizzata in sinergia con gli ideatori della copisteria Hashtagprint di via Zanella a Trento dei fratelli Cristian e Stefano Visintainer (Qui link e info).

 

Un lavoro di squadra nel quale ognuno ha messo in rete le proprie competenze e professionalità per creare la t-shirt #andratuttobene. Il ricavato, tolte le spese, verrà devoluto alla Protezione civile nazionale. "La decisione sulle grafica e sull'ente a cui destinare le risorse - aggiunge l'art director - è arrivata dopo aver coinvolto diversi conoscenti, fornitori e familiari per un totale di oltre 350 persone e aver svolto poi un sondaggio: una scelta portata avanti anche con la collaborazione di Maddalena Lamon. Successivamente abbiamo aperto un conto corrente dedicato e terminata la campagna pubblicheremo tutti i dati in modo trasparente e chiaro".

Un'iniziativa vinta da Silvia Oss per quanto riguarda la parte grafica, iscritta all'ultimo anno dell'istituto Sacro Cuore di Trento. "Il respiro di questa campagna è nazionale e l'intero profitto dalla vendita delle t-shirt viene devoluto alla protezione civile che è in prima linea fin dall'inizio di questa emergenza", continua Marchi, che aggiunge: "Non c'è nessun profitto, c'è solo la copertura dei costi: il 50% del ricavato finisce ai soccorsi".

 

Il tema della maglietta è "Aiutiamo chi ci aiuta e così andrà tutto bene", la grafica rappresenta alcuni monumenti caratteristici da nord a sud "abbracciatisimbolicamente da un’ arcobaleno tricolore formato dalla pattuglia acrobatica, tutti uniti per combattere e debellare il prima possibile Covid-19.

 

"L'acquisto della t-shirt - conclude Marchi - permette di aiutare la Protezione civile e quando tutto sarà finalmente finito si potrà uscire dalle case e indossare il prodotto. Un modo per dimostrare un piccolo contributo alla causa. Anche la spesa è piccola, la donazione può diventare grande.

 

Un'emergenza sanitaria sempre pesante nel nostro Paese. I dati aggiornati a sabato 28 marzo, descrivono un quadro difficile anche in Trentino: 2.427 contagiati e 129 decessi1.336 persone in isolamento domiciliare219 positivi in Rsa 140 nelle case di cura. Sono 306 i pazienti ricoverati senza ventilazione50 in ventilazione semi-invasiva e 75 in ventilazione invasiva. Sono invece 6 i guariti e 166 i guariti clinicamente (Qui articolo).

 

Il numero dei malati è arrivato ha superato le 70 mila unità. I guariti, invece, sono a quota 13.030 persone. A continuare a far tremare i polsi sono i morti per un totale a 10.779 decessi in Italia dall'inizio dell'epidemia (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 20:06

Il Partito democratico: "Quello che ci dispiace è che in un momento così delicato come quello che stiamo attraversando Fugatti agisca in modo propagandistico invece che responsabile". I sindacati: "L'aspetto più grave è che saranno le imprese e i lavoratori a pagare le conseguenze di questa situazione di totale indeterminatezza"

28 ottobre - 20:47

La serrata francese scatta da giovedì 29 ottobre al 1 dicembre. Solo oggi sono stati registrati 69.854 nuovi casi, 767 decessi, 2.821 ricoveri e 372 in terapia intensiva. Forte crescita dei contagi anche in Germania, un mese di "lockdown soft"

28 ottobre - 18:46

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 191 positivi a fronte dell'analisi di 2.761 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,9%. Tra i nuovi contagiati, 128 persone presentano sintomi, circa il 67% dei positivi totali. Sono 116 le classi in isolamento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato