Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, di ritorno dal supermercato si fermano a prendere il sole sul lago: multati

Una coppia è stata sanzionata dalla guardia di finanza dopo essere stata sorpresa sulle sponde del Lago di Garda: madre, padre e figlio si stavano godendo la giornata di sole

Bardolino_Panorama Di Adert - Opera propria - Wikipedia
Pubblicato il - 12 aprile 2020 - 14:27

BARDOLINO. È costata cara la voglia di evasione di una coppia, sorpresa nel tardo pomeriggio sulle sponde del Lago d Garda mentre si crogiolavano al sole.

 

I due, un uomo e una donna con figlio al seguito, sono incappati nei controlli di routine dalla guardia di finanza, impegnata a pattugliare la gardesana orientale. All’arrivo dei militari la donna si trovava in bikini per prendere il sole, mentre l’uomo intratteneva il bambino che giocava lungo il litorale della razione di Cisano, vicino alla zona del porto.

 

La coppia non ha saputo fornire ai militari una valida spiegazione, stando a quanto riferito erano appena stati al supermercato e sulla via del ritorno avevano voluto concedersi una boccata d’aria fresca. Le fiamme gialle non hanno voluto sentire ragioni e hanno ugualmente sanzionato i due.

 

Dal 26 marzo, con l'entrata in vigore del decreto legge 25 marzo 2020, le sanzioni sono state rese più severe e immediate. In generale, per chi viola le misure di contenimento dell'epidemia si prevede una sanzione amministrativa in denaro che va dai 400 ai 3.000 euro.

 

Se la violazione avviene mediante l'utilizzo di un veicolo le sanzioni possono arrivare fino a 4.000 euro. Il mancato rispetto della quarantena da parte di chi è risultato positivo al Covid-19, invece, comporta sanzioni penali: arresto da 3 a 18 mesi e pagamento di un'ammenda da 500 a 5000 euro, senza possibilità di oblazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 11:55

Tovaglie e stoviglie stese a terra per una manifestazione ordinata e silenziosa: “Vogliamo ribadire con chiarezza che il settore dei pubblici esercizi e della ristorazione sta soffrendo in modo pesantissimo le limitazioni imposte dalla normativa anti-covid”

28 ottobre - 11:41

Una recrudescenza dell'epidemia importante e il presidente Arno Kompatscher si è trovato a firmare diverse ordinanze per cercare di fronteggiare la diffusione di Covid-19, il governatore ha fatto anche un appello: "Ci troviamo di fronte alle settimane decisive per interrompere la catena dei contagi. E' fondamentale fermare la diffusione del virus per tutelare scuola e lavoro”

27 ottobre - 19:32

Sono tante le lettere e i messaggi diretti al presidente Fugatti di cittadini che non hanno capito perché in Trentino si stia perseverando con la didattica totalmente in presenza (addirittura alzando il numero di contagiati necessari per mettere le classi in quarantena alle elementari e alle medie). Ne pubblichiamo due: ''Anche noi preferiamo certamente la didattica in presenza, così come andare fuori a cena,  o andare in palestra; ma allora a maggior ragione ci vogliono tracciamenti rapidi e completi che paiono totalmente saltati''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato