Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, il Ministero dell'Interno pubblica un nuovo modulo d'autocertificazione. Si dovrà dichiarare di non essere malati o in quarantena

Nuove misure restrittive sono state emesse per contenere l'emergenza sanitaria e limitare ulteriormente gli spostamenti non necessari e quindi pericolosi per la salute pubblica. Qui di seguito alleghiamo il nuovo modulo di autodichiarazione con cui si dovrà d'ora innanzi girare per le strade

Pubblicato il - 18 marzo 2020 - 11:02

TRENTO. Nell'ambito delle misure adottate dal governo per il contenimento dell'emergenza sanitaria da Covid-19, un nuovo modello di autodichiarazione in caso di spostamenti è stato pubblicato. Al suo interno è contenuta una voce che rende più restrittive le condizioni che permettono i movimenti dalla propria abitazione.

 

Se infatti prima la voce riferita al divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena o risultati positivi al virus Covid-19 non c'era, ora ci sarà. Il nuovo modello prevede anche che l'operatore di polizia controfirmi l'autodichiarazione attestando che essa viene resa in sua presenza e previa l'identificazione del dichiarante. Il tal modo il cittadino viene esonerato dall'onere di allegare all'autodichiarazione una fotocopia del proprio documento d'identità.

 

Come per i moduli precedenti, ora inutilizzabili, il nuovo modello deve essere portato con sé quando si esce di casa. È possibile d'altro canto compilarne uno solo per giustificare un percorso che si effettua in modo ripetuto, ad esempio per il tragitto casa-lavoro. Se ci si trova di contro nell'impossibilità di stamparlo o ce lo si dimentica, sarà allora possibile, se fermati dalle forze dell'ordine, rilasciare una dichiarazione verbale, che sarà trascritta e sulla quale potranno poi essere effettuate le dovute verifiche.

 

Chi viola i divieti, si ricordi, potrà ricevere pesanti conseguenze: si rischia infatti da un'ammenda fino a 206 euro all'arresto fino a tre mesi, oltre a una denuncia penale per reati dolosi contro la salute pubblica.

 

Ecco di seguito il nuovo modulo:

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 gennaio - 05:01
Una circolare della Federazione nazionale degli Ordini dei medici spiega che un operatorio sospeso perché non vaccinato non può essere [...]
Cronaca
26 gennaio - 19:21
I dati delle ultime 24 ore dicono che anche oggi ci sono stati più guariti dei nuovi positivi e che tra i contagi la fascia d'età più colpita è [...]
Cronaca
26 gennaio - 20:13
Fra regole in contrasto tra loro e le classi in quarantena che aumentano, i presidi denunciano le difficoltà del mondo della scuola: [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato