Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, la Uil presenta un esposto in Procura: ''Indagine sulle scuole dell'infanzia. Gli insegnanti sono conteggiati tra i positivi?''

Un sindacato in pressing per avere indicazioni chiare e precise sull'uso dei Dispositivi di protezione individuale "maggiorati" (mascherine ffp2), così come sulle modalità comunicative e operative in caso di positivi tra alunni e insegnanti. Marcella Tomasi (Uil Fpl): "Nessuna risposta alle numerose segnalazioni inviate all'Apss e agli uffici provinciali. Intervento dell'autorità necessaria"

Di L.A. - 16 December 2020 - 15:51

TRENTO. "Non abbiamo avuto riscontri e per questo riteniamo necessaria un'indagine dell'autorità competente per garantire la sicurezza del personale delle Scuole dell'infanzia e delle persone che usufruiscono del servizio". Così Marcella Tomasi, segretaria della Uil Fpl, che annuncia di aver presentato in Procura un esposto per le verifiche del caso.

 

"La situazione emergenziale causata da Covid-19 - prosegue Tomasi - impone di riorganizzare le modalità operative del mondo produttivo trentino e nazionale: sono stati stesi specifici protocolli a tutela dei dipendenti e degli utenti dei servizi. Si sono verificati anche più interventi sul comparto scolastico per quanto riguarda la didattica a distanza, ma anche per le indicazioni sulle mascherine e sulle chiusure mirate delle classi a tutti i livelli".

 

Un sindacato in pressing per avere indicazioni chiare e precise sull'uso dei Dispositivi di protezione individuale "maggiorati" (mascherine ffp2), così come sulle modalità comunicative e operative in caso di positivi tra alunni e insegnanti. 

 

"Le poche indicazioni di Apss - dice la Uil - non tengono conto delle assenze degli insegnanti risultati positivi ma solo dei contagi sui bambini: questo implica un’esposizione al rischio del resto del personale e delle stesse famiglie. Anche le comunicazioni inviate per conoscenza ai sindacati dal Dipartimento istruzione e cultura della Provincia di Trento riguardano la gestione delle emergenze negli istituti, senza considerare la peculiarità della scuola infanzia: difficile, se non impossibile, il distanziamento e non c’è l’uso della mascherina per i bimbi".

 

Sono diverse le segnalazioni della Uil Fpl all'Azienda provinciale per i servizi sanitari, ma anche agli uffici provinciali e ai Comuni del territorio per quanto riguarda il personale non docente e la gestione delle strutture. "Non è stato però adottato nessun intervento specifico - aggiunge Tomasi - mentre le scuole sono e permangono aperte. Questo malgrado i contagi del personale e la mancata sanificazione dei locali: nel primo caso infatti le assenze di insegnanti, cuochi e operatori d’appoggio non sono considerati come indice del contagio, nel secondo caso sono state fatte delle igienizzazioni definite 'maggiorate' anziché una sanificazione con procedure come previste dai decreti nazionali".

 

Da qui la decisione di presentare un esposto in Procura. "Dopo aver consultato l’avvocato Tomaselli che ci affianca in questa vertenza e il personale che opera all’interno delle scuole infanzia abbiamo ritenuto necessario un'indagine dell'autorità per garantire la sicurezza, anche alla luce delle numerose segnalazioni effettuate agli organismi competenti e agli Enti di riferimento senza oggettivi riscontri", conclude Tomasi.

 

Sono stati diversi i racconti di insegnanti e famiglie sulle criticità all'interno degli istituti. La regola in vigore da tempo nelle scuole trentine vuole che per chiudere una classe in una scuola secondaria di primo grado ci vogliano almeno 2 positivi. "Sono i genitori che gli fanno fare il tampone privatamente" aveva spiegato un genitore (Qui articolo), mentre un altro aveva aggiunto: "Due maestre positive e quattro bambini in isolamento non bastano per chiudere una classe?” (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 4 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 agosto - 12:34
Le precipitazioni delle ultime ore hanno innalzato notevolmente la portata dell'Adige, la cui piena è stata prevista dai vigili del fuoco tra [...]
Cronaca
05 agosto - 11:54
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Telve, le forze dell'ordine e gli ispettori dell'Oupsal. Il giovane è stato trasferito [...]
Cronaca
05 agosto - 09:00
La forte pioggia delle ultime ore sta creando molti problemi. La strada del Brennero è stata bloccata a causa di una frana e i vigili del fuoco [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato