Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, si sposta da nord a sud di Trento per comprare vino, pane e affettato per 6,26 euro. Multato dalla polizia locale

Sono state controllate 306 persone con la compilazione di altrettante autocertificazioni su modello ministeriale e sanzionate 10 persone, in quanto non ottemperavano alle disposizioni impartite dal Dpcm

Pubblicato il - 09 aprile 2020 - 13:03

TRENTO. Si è spostato da sud a nord della città solo per fare una spesa di vino, pane e affettato spendendo 6,26 euro. Un'esigenza, questa, che ha fatto finire nei guai un signore di Trento che ha deciso di non usufruire di un supermercato nelle vicinanze della propria abitazione preferendo, ignorando i divieti, di spostarsi dall'altro lato di Trento. Una scelta, questa, che gli è costa cara viste le sanzione che sono previste per chi trasgredisce alle direttive di contenimento del coronavirus.

 

Assieme a lui sono state sanzionate nella sola giornata di ieri altre nove persone durante i controlli portati avanti dagli agenti della polizia locale di Trento.

 

Particolare attenzione è stata riservata al controllo dei parchi pubblici, in particolare quattro sanzioni sono state elevate all’interno del parco di Piazza Dante. In questo caso le persone sanzionate hanno fornito come motivazione che non gli ha risparmiato la sanzione. Un signore, residente fuori provincia, ha motivato la sua presenza in piazza con la necessità di effettuare prelievi bancomat nei dintorni, un altro residente da fuori comune, invece, con la necessità di fare la spesa.

 

Un'altra persona è stata sanzionata nella zona sud della città perché stava effettuando jogging.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

26 ottobre - 17:59

Sono stati analizzati 983 tamponi, 113 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi sale a 11,5%. A fronte di un leggero aumento rispetto a ieri dei 104 casi in valore assoluto (5,7%), il dato percentuale è praticamente raddoppiato. Sono 10 le persone in più in ospedale per Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato