Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, via libera al rientro dei 30 studenti trentini bloccati in Irlanda e Gran Bretagna: “Potremmo riabbracciarli nel fine settimana”

Parrebbe essersi risolta positivamente la trafila burocratica e organizzativa per far rientrare 30 giovani studenti dal Regno Unito. La regione però avverte: “Procurarsi mascherina e guanti prima della partenza”

Pubblicato il - 25 marzo 2020 - 17:26

TRENTO. Ne avevamo dato notizia giusto questa mattina, 25 marzo, quando il consigliere provinciale Filippo Degasperi aveva persino depositato un’interrogazione per conoscere le sorti di una ventina di alunni rimasti bloccati nel Regno Unito, dopo che il premier britannico Boris Johnson aveva deciso di chiudere tutte le scuole del paese e cancellare i voli.

 

“Rientreranno tra domani e sabato 30 studenti regionali che stavano trascorrendo il quarto anno di studio all'estero con le borse di studio della Regione” fa sapere Giorgio Leonardi, assessore regionale per l’integrazione europea.

 

Infatti, sono ancora 57 gli studenti del Trentino-Alto Adige che attualmente si trovano in altri paesi europei con una borsa di studio della Regione, per lo più in Inghilterra ed in Irlanda. In questi giorni gli uffici regionali, tra le notevoli difficoltà legate alle chiusure delle frontiere ed alle limitazioni della circolazione anche all'interno dell'Unione Europea, si sono attivati per assicurare un rapido rientro degli studenti.

 

Va sottolineato che non tutte le famiglie dei giovani, alcuni di questi minorenni, hanno aderito all'iniziativa di rientro e quindi nei prossimi giorni è previsto il ritorno in regione di 30 studenti. Nel dettaglio 7 giovani rientreranno domani, giovedì 26 marzo, con un volo da Dublino a Roma ed altri 23 studenti partiranno da Londra per Roma sabato 28 marzo.

 

“In entrambi i casi – scrive la Regione – è previsto il trasferimento dalla capitale in regione grazie ad un pullman in grado di garantire le norme di sicurezza previste dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri”.

 

A questo proposito l’assessore regionale competente, Giorgio Leonardi, ha voluto rassicurare i genitori degli studenti in merito all'impegno della Regione per il rimpatrio dei loro figli e, al contempo, esprime il proprio ringraziamento agli uffici regionali competenti, guidati dal segretario generale, Michael Mayr, che in questi giorni hanno lavorato nell'organizzazione e gestione del rientro degli studenti del quarto anno in totale sicurezza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 gennaio - 19:47

Sono 279 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 27 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

21 gennaio - 20:22

L'albergo su corso Rosmini nel centro storico della città della Quercia resta operativo e cerca di reggere un mercato profondamente stretto e diverso. Marco Zani: "Cerchiamo anche di mettere in rete le peculiarità della zona, la vicinanza del Monte Baldo, la Campana dei caduti e i musei, così come le tante possibilità offerte dalla Vallagarina. Ideato offerte speciali per fa lavorare anche il ristorante la sera"

21 gennaio - 17:58

Sono state registrare 26 dimissioni e 238 guarigioni. Cala il numero dei pazienti in ospedali. Analizzati oltre 4 mila tamponi. Sono state confermate 191 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato