Contenuto sponsorizzato

Il bonus per le partite Iva anche a 5 deputati. L’ira di Fico: “Vergogna, restituiscano tutto e chiedano scusa”

Da quanto trapela si tratterebbe di tre deputati della Lega, un pentastellato e pure un esponente di Italia Viva. Il presidente della Camera Roberto Fico ha chiesto di restituire quanto percepito: “È una questione di dignità, in quanto rappresentanti del popolo abbiamo degli obblighi morali”

Pubblicato il - 09 August 2020 - 18:51

ROMA. Il caso è stato sollevato da Repubblica che, stando a quanto ricostruito, ha scoperto come fra le tante partite Iva che hanno beneficiato del bonus stanziato dal Governo Conte ci sarebbero stati anche cinque deputati.

 

Sempre stando a quanto riportato dal quotidiano si tratterebbe, ma il condizionale in questi casi è d’obbligo, di tre parlamentari della Lega di Matteo Salvini, uno del Movimento 5 Stelli di Luigi di Maio e infine pure un esponente del partito di Matteo Renzi, Italia Viva. Questi deputati, oltre al compenso netto che supera i 12mila euro avrebbero intascato anche il doppio bonus per le partite Iva in difficoltà, 600 euro poi aumentati fino a 1000.

 

Praticamente tutti i leader dei partiti rappresentati in parlamento hanno condannato il gesto: È una vergogna che cinque parlamentari abbiano usufruito del bonus per le partite iva – ha tuonato il presidente della Camera Roberto Fico – questi deputati chiedano scusa e restituiscano quanto percepito. È una questione di dignità e di opportunità. In quanto rappresentanti del popolo – ha aggiunto – abbiamo degli obblighi morali, al di là di quelli giuridici. È necessario ricordarlo sempre”.

 

I soggetti coinvolti sarebbero tutti in possesso di regolare partita Iva, liberi professionisti e co.co.co. in questo modo avrebbero “aggirato” le regole, senza però infrangere la legge visto che per ottenere il bonus c’erano poche condizioni e non serviva dimostrare di essere stati danneggiati direttamente dal lockdown.

 

Eppure, nello stesso modo potrebbero aver agito altri rappresentati che siedono nelle varie istituzioni, dai consigli comunali a quelli regionali e provinciali, persone che di fatto percepiscono già un lauto contributo e di certo non avrebbero avuto bisogno del bonus. Insomma, una brutta vicenda che non aiuta a restituire un’immagine dignitosa della politica.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 aprile - 17:46
L'allerta è scattata alle porte del centro abitato Spormaggiore. In azione ambulanza, elicottero, vigili del fuoco di zona e forze dell'ordine. La [...]
Cronaca
19 aprile - 16:22
Sono stati analizzati 636 tamponi tra molecolari e antigenici. Oggi 5 casi tra over 60 e 3 contagi tra giovani e ragazzi in età scolare, ci sono [...]
Cronaca
19 aprile - 16:08
L'incidente è avvenuto tra l'uscita 6 per Trento Centro e la 7 per Campotrentino proprio sopra il ponte sull'Adige
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato