Contenuto sponsorizzato

L'azienda Pizzarotti presenta ricorso, i tempi per realizzare Not potrebbero allungarsi nuovamente

Non è ancora arriva la notifica, c'è tempo trenta giorni dopo il provvedimento della Provincia, ma l'iter può seguire anche i normali canali postali e il ricorso viene dato per certo. A questo punto, prima di poter procedere, si devono aspettare i pronunciamenti del Tar e probabilmente quello del Consiglio di Stato

Di L.A. - 16 febbraio 2020 - 15:41

TRENTO. Si potrebbero ancora allungare i tempi per il Not, l'azienda Pizzarotti di Parma ha presentato ricorso per contestare l'aggiudicazione alla Guerrato di Rovigo (Qui articolo).

 

Non è ancora arriva la notifica, c'è tempo trenta giorni dopo il provvedimento della Provincia, ma l'iter può seguire anche i normali canali postali e il ricorso viene dato per certo. A questo punto, prima di poter procedere, si devono aspettare i pronunciamenti del Tar e probabilmente quello del Consiglio di Stato.

 

Dopo le sentenze, l'azienda che si aggiudica la gara, può entrare nel vivo della costruzione del nuovo ospedale del Trentino attraverso la costituzione della società di progetto e quindi la sottoscrizione degli accordi con gli istituti bancari. La realizzazione del Not, come noto, avviene tramite project financing, la ditta diventa una specie di stazione appaltante pubblica per portare avanti nel complesso l'opera, paga una parte dell'edificio e ottiene un canone di gestione annuale. 

 

Sono due le aziende che hanno presentato offerte per la costruzione del Not. La ditta che si è aggiudicata l'appalto, Guerrato che prevede di costruire l'ospedale in 812 giorni a fronte dei 1.320 fissati nella gara e 1,6 miliardi contro 1,802 miliardi. La realtà ricorrente, Pizzarotti aveva offerto 902 giorni di lavori e 1,7 miliardi

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

26 ottobre - 17:59

Sono stati analizzati 983 tamponi, 113 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi sale a 11,5%. A fronte di un leggero aumento rispetto a ieri dei 104 casi in valore assoluto (5,7%), il dato percentuale è praticamente raddoppiato. Sono 10 le persone in più in ospedale per Covid-19

26 ottobre - 18:35

L'ordinanza della Provincia contiene indicazioni in occasione delle festività "Tutti i santi" e "Commemorazione dei defunti". L'Azienda provinciale per i servizi sanitari chiede di mantenere alta l'attenzione. Nel testo: "I Comuni devono garantire un presidio da parte della polizia locale, al fine di garantire il rispetto delle norme generali di prevenzione"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato