Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Fugatti: ''Rt in calo e anche l'incidenza. Tra 10 giorni potremmo essere arancioni''. Intanto arrivano i ristori per la montagna e il turismo invernale

Il presidente ha spiegato che la situazione del contagio è in miglioramento e che nella settimana prima di Pasqua il Trentino potrebbe tornare arancione. Sui vaccini: ''Domani dovrebbe essere il giorno finale per il via libera definitivo su Astrazeneca. Se dovesse accadere questo vuol dire che noi riprenderemo come lo scorso fine settimana''

Di L.P. - 18 marzo 2021 - 18:44

TRENTO. ''Domani dovremmo avere l'Rt ancora in calo, molto probabilmente inferiore all'1. L'incidenza calcolata sugli ultimi 7 giorni ci dice che oggi siamo a 306 casi su 100.000 abitanti. La speranza è che se ci sarà un calo dell'incidenza anche nei prossimi giorni sarebbe auspicabile un potenziale ritorno all'arancione nella settimana di Pasqua''. Questo il presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti che ai suoi cittadini ha voluto trasmettere una speranza di ritorno alle aperture molto rapida, già tra una decina di giorni. Speranza condivisa da tutti anche se il criterio dell'incidenza, purtroppo, mostra una situazione trentina molto complicata ancora oggi con un livello superiore ai 300 casi ogni 100.000 abitanti.

 

Un dato lontano dal limite dei 250 ma che appare effettivamente in calo visto che il report dell'Iss fissava a 351 casi ogni 100.000 abitanti l'incidenza settimanale del Trentino (la seconda peggiore d'Italia dopo l'Emilia Romagna). E così a precisa domanda del capo ufficio stampa della Pat Pedrotti il presidente ha preferito ridimensionare leggermente la sua affermazione: ''Torneremmo in arancione la settimana del 29, 30, 31 però non creiamo attese inutili. Possiamo dire che molto probabilmente l'Rt sarà sotto l'1 e che se l'incidenza fosse in calo come è negli ultimi giorni sarebbe interessante''. Fugatti ha quindi voluto ricordare che oggi si sono commemorate le vittime del Covid in tutta Italia e anche in Trentino. ''Abbiamo voluto ricordare in un minuto di silenzio all'esterno della sede della Pat tutte le vittime del Covid che abbiamo avuto - ha detto -: in Trentino piangiamo 1.249 vittime. Oggi è la giornata di queste vittime e abbiamo voluto ricordarle''.

 

Poi ha parlato dell'ormai imminente decreto sostegno del governo Draghi. ''Oggi abbiamo avuto incontro con i ministri Gelmini e Franco. Pare - ha spiegato - che domani il governo emanerà il decreto sostegno. Sono 32 miliardi messi a disposizione dell'economia. Rileviamo che non valgono più le categorie Ateco. Vale il criterio della perdita. Se dimostri di aver avuto una perdita hai diritto al ristoro. C'è poi una misura specifica per la montagna che si va a sommare a quella generale. Le risorse messe a disposizione della montagna e del turismo invernale ammontano fra i 500 e i 600 milioni messi a disposizione in questa prima fase con l'auspicio che possano aumentare ma è segno di vicinanza al nostro mondo. I criteri di assegnazione poi verranno lasciati ai territori''.

 

Un passaggio anche sulla questione vaccini. ''Domani dovrebbe essere il giorno finale per il via libera definitivo su Astrazeneca - ha aggiunto Fugatti -. Se dovesse accadere questo vuol dire che noi riprenderemo come lo scorso fine settimana le prenotazioni al Cup per insegnanti e forze dell'ordine e anche di rifornire i medici che ne faranno richiesta per poter rimettere in moto la macchina della vaccinazione il prima possibile''.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 7 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
07 dicembre - 21:01
L’assessora Stefania Segnana invia una lettera alle sindache per promuovere una maggiore adesione alla maratona vaccinale, appellandosi al loro [...]
Cronaca
07 dicembre - 20:34
A lanciare l'allarme i familiari che non hanno visto l'escursionista rientrare a casa. Attivi gli operatori del soccorso alpino delle stazioni [...]
Cronaca
07 dicembre - 20:04
Trovati 249 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 180 guarigioni. Sono 75 i pazienti in ospedale. Sono 906.454 le dosi di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato