Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, gli impianti non aprono in tutta Italia. Stop agli sciatori fino al 5 marzo

Il ministro Roberto Speranza ha firmato l'ordinanza che blocca nuovamente gli impianti e recepisce gli allarmi lanciati dal Comitato tecnico scientifico e da Walter Ricciardi, consigliere del ministro della salute. La nota del ministero: "Provvedimento tiene conto dei più recenti dati epidemiologici comunicati venerdì 12 febbraio dall’Istituto superiore di sanità"

Di L.A. - 14 febbraio 2021 - 19:35

ROMA. Niente apertura degli impianti per gli sciatori amatoriali. A poche ore dall'avvio di quel che resta della stagione invernale, alcune Regioni pronte a ripartire si trovano a dover ripiegare. Il governo ha deciso quanto mai in extremis di prorogare la chiusura fino al prossimo 5 marzo.

 

Il ministro Roberto Speranza ha firmato l'ordinanza che blocca nuovamente gli impianti e recepisce gli allarmi lanciati dal Comitato tecnico scientifico e da Walter Ricciardi, consigliere del ministro della salute. "Il provvedimento - spiega la nota ministeriale - tiene conto dei più recenti dati epidemiologici comunicati venerdì 12 febbraio dall’Istituto superiore di sanità. Dati che attestano che la variante scoperta in Inghilterra è caratterizzata da maggiore trasmissibilità e rappresenta una percentuale media del 17,8% sul numero totale dei contagi".

 

Il calendario delle riaperture sarebbe dovuto scattare da lunedì 15 febbraio in Lombardia e in Piemonte, seguiti da quelli in Veneto, dove il governatore Luca Zaia ha firmato l'ordinanza per fissare la ripartenza da mercoledì 17 febbraio; giovedì 18 febbraio sarebbe stata la volta della valle d'Aosta e venerdì 19 febbraio il turno del Friuli Venezia Giulia. L'Alto Adige si è proclamato zona rossa fino a fine febbrai e quindi senza possibilità di riaprire. Il Trentino invece, nonostante l'ordinanza di via libera, era poi stato inserito in zona arancione.

 

"In questo momento le attività che comportino assembramenti non sono compatibili con il contrasto alla pandemia da Covid-19 in Italia e gli impianti da sci rientrano in tali attività. Non dimentichiamo - aveva spiegato Ricciardi - che la variante inglese è giunta in Europa proprio 'passando' dagli impianti di risalita in Svizzera". La preoccupazione per la diffusione delle varianti del coronavirus aveva portato all’adozione in Francia e in Germania di misure analoghe a quelle varate oggi in Italia. 

 

Già in occasione dell'ok ai protocolli per aprire in zona gialla il 4 febbraio, il Cts aveva evidenziato, prima di prendere provvedimenti in questo senso, la necessità di valutare la situazione epidemiologica, l'impatto della riapertura delle scuole e le varianti. In questi giorni gli esperti dell'Istituto superiore di sanità, del ministero e della Fondazione Bruno Kessler avevano analizzato la diffusione delle varianti Covid-19 in Italia. Uno studio condotto in 16 regioni e province autonome dal quale è emersa la presenza delle varianti nell'88% delle regioni esaminate.

 

Da qui il cambio di scenario e il parere del Cts di sconsigliare ulteriori rilasci delle misure contentive attuali, come la riapertura dello sci. Le valutazioni, però, sono state rimandate al decisore politico. In serata, il ministro Speranza ha decretato lo stop. Una decisione che non tocca il Trentino, le speranza di poter aprire la stagione era già venuta meno dopo la nuova classificazione in zona arancione.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 dicembre - 05:01
Tra le richieste di alcuni genitori vi è la reintroduzione delle 'bolle' già usate in pandemia o un ridimensionamento del numero dei gruppi [...]
Cronaca
04 dicembre - 19:40
Mentre restano stabili i ricoveri e non si segnalano decessi cresce il contagio in provincia. A Trento ci sono 42 nuovi positivi, a Rovereto e [...]
Cronaca
04 dicembre - 20:37
Si sono ritrovati come ogni sabato in piazza Dante, dove nel pomeriggio hanno disturbato il traffico sulle strisce pedonali che conducono alla [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato