Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, il punto a Levico sull'asilo nido: "Abbiamo 66 bambini che frequentano la struttura mentre una sola sezione è in quarantena per un caso di positività''

Un'occasione per chiarire le dinamiche che riguardano la gestione di bambine e bambini dal punto di vista sanitario in questa fase dell'emergenza Covid-19. E' intervenuto Alberto Crestani, direttore facente funzione dell'Unità operativa cure primarie-Valsugana, Tesino, Alta Valsugana, Bernstol e Primiero

Di L.A. - 18 marzo 2021 - 21:37

LEVICO TERME. "Un utile e interessante momento di confronto". Cosi Patrick Arcais, vice sindaco di Levico, commenta la riunione programmata dall'amministrazione comunale con i genitori dei piccoli che frequentano l'asilo nido e la scuola dell'infanzia, le educatrici e l'Azienda provinciale per i servizi sanitari. 

 

E' stata un'occasione per chiarire le dinamiche che riguardano la gestione di bambine e bambini dal punto di vista sanitario in questa fase dell'emergenza Covid-19. E' intervenuto Alberto Crestani, direttore facente funzione dell'Unità operativa cure primarie-Valsugana, Tesino, Alta Valsugana, Bernstol e Primiero. "Il relatore - commenta il vice sindaco - è entrato nel dettaglio della malattia e l'intervento è stato centrato sui sintomi più ricorrenti nei piccoli".

 

Dopo le difficoltà nel pieno della seconda fase con la struttura chiusa per l'identificazioni di diversi contagi (Qui articolo), la situazione appare sotto controllo a Levico. "Abbiamo 66 bambini che frequentano il nido - dice Arcais - mentre una sola sezione è in quarantena per un paio di casi di positività. Il ringraziamento va a tutte le famiglie, così come a tutto il personale per gli sforzi e la collaborazione. E' un anno difficile e complicato per tutti e speriamo di poter ritornare quanto prima alla normalità con il proseguo della campagna vaccinale".

 

Sono ben 1.500 i bambini che in Trentino hanno la possibilità di accedere, nonostante la zona rossa, agli asili nido o alle scuole dell’infanzia sul territorio provinciale. Nelle scorse ore piazza Dante è intervenuta per specificare che circa 1.100 sono figli di operatori sanitari mentre 400 con bisogni educativi speciali (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 19:58
Trovati 73 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 79 guarigioni. Sono 73 i pazienti in ospedale. Sono 892.851 le dosi di [...]
Società
06 dicembre - 19:02
La città di Belluno dedica una piazza in memoria di Angelina Zampieri, vittima di femminicidio nel 1913. La ragazza, che si era trasferita a Povo [...]
Cronaca
06 dicembre - 20:45
Nell'aggiornamento delle autorità sanitarie risultano effettuate 36.514 vaccinazioni con prenotazione, oltre a 7.531 somministrazioni a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato