Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, le nuove regole (e le deroghe trentine) per la zona rossa: vietate le visite ad amici e parenti ma si potrà andare in chiesa. Ok agli spostamenti verso negozi più convenienti

Chiuse le scuole, così come bar e ristoranti, consentito l’asporto fino alle 22. Vietate le visite ad amici e parenti. Ok all’attività motoria ma solo in prossimità della propria abitazione, per un massimo di 60 minuti dal momento in cui si esce. Via libera agli spostamenti verso negozi più convenienti. Ecco le nuove regole della zona rossa valide da lunedì 15 marzo

Di T.G. - 13 marzo 2021 - 10:13

TRENTO. Per la prima volta il Trentino è finito in zona rossa pertanto la cittadinanza dovrà imparare a destreggiarsi fra le nuove restrizioni che scatteranno da lunedì 15 marzo. L’Alto Adige invece, tornerà in zona arancione dopo che il presidente Kompatscher aveva imposto il lockdown.

 

Spostamenti personali

Non si potrà uscire di casa se non per motivi di lavoro, di necessità o di salute. Quindi, ad esempio, per fare la spesa, andare in farmacia, dal medico, per assistere un parente non autosufficiente, andare a trovare un figlio minore, portare fuori il cane nei pressi della propria abitazione. Le visite a parenti e ad amici sono vietate. È sempre possibile spostarsi per recarsi presso le attività commerciali e i servizi non sospesi. Laddove, all’interno del proprio comune, non vi sia la disponibilità di tali attività o servizi, è sempre possibile recarsi in un altro comune contiguo, anche il Capoluogo. Tale possibilità di scelta può derivare anche da motivi di maggiore convenienza economica. È consentito, inoltre, recarsi in chiese e i luoghi di culto, abitualmente frequentati, per le funzioni religiose, anche in comuni differenti dal proprio. È sempre vietato lo spostamento verso altra abitazione privata abitata, salvo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute. Sono sempre consentiti, all’interno del territorio provinciale, gli spostamenti necessari alla coltivazione del terreno per uso agricolo, anche per autoconsumo, compresa la produzione di legna. Per muoversi è obbligatoria l'autocertificazione, preferibilmente da stampare e compilare.

 

Attività motoria

Dalle 5 alle 22 è consentito svolgere attività motoria, come passeggiare, in prossimità della propria abitazione, per un massimo di 60 minuti dal momento in cui si esce. È necessario rispettare il distanziamento di almeno un metro da ogni altra persona e indossare la mascherina.

 

Attività sportiva

Dalle 5 alle 22 è consentito svolgere attività sportiva individuale all’aperto, come ad esempio corsa o bicicletta, esclusivamente nell’ambito del territorio del proprio comune, mantenendo la distanza interpersonale di due metri. Non è obbligatorio l’uso della mascherina. È tuttavia possibile, nello svolgimento di un’attività sportiva che comporti uno spostamento (per esempio la corsa o la bicicletta), entrare in un altro Comune, purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza. Sono sospese le attività sportive di base e l'attività motoria in genere nei centri e circoli sportivi, sia all’aperto che al chiuso. Sono sospese tutte le competizioni sportive, salvo quelle riconosciute d’interesse nazionale dal Coni e dal Cip. Sono, altresì, sospesi tutti gli eventi e le competizioni organizzati dagli enti di promozione sportiva.

 

Scuola

Sono sospese le attività dei servizi educativi dell’infanzia, mentre le attività scolastiche e didattiche delle scuole di ogni ordine e grado si svolgono esclusivamente con modalità a distanza. Resta la possibilità di svolgere attività in presenza per laboratori o per esigenze degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

 

Università e Istituti di alta formazione

È sospesa la frequenza delle attività formative e curriculari delle università e delle istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica.

 

Bar e ristoranti

Restano chiusi bar e ristoranti. Sono consentiti solo i servizi di ristorazione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale. Resta consentita, senza limiti di orario, la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive, limitatamente ai propri clienti. L’asporto è permesso fino alle 22, ad eccezione dei bar e di altri esercizi sprovvisti di cucina, per i quali è consentito esclusivamente fino alle 18. Per la consegna a domicilio, invece, non ci sono restrizioni.

 

Attività commerciali

Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per la vendita di generi alimentari e di prima necessità. Restano chiuse le attività nei centri commerciali nelle giornate festive e prefestive, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie. Sono chiusi i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici.

 

Attività inerenti i servizi alla persona

Devono chiudere le attività legate ai servizi alla persona, come, ad esempio, estetisti, parrucchieri e barbieri. Restano aperte solamente lavanderie, tintorie e pompe funebri. Restano ferme tutte le altre attività già sospese in zona arancione o in zona gialla, come, a titolo di esempio, quelle dei musei, delle palestre o delle piscine, delle sale giochi o delle discoteche. Vietati, dunque, anche gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri locali o spazi, anche all’aperto.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
03 December - 05:01
Sono moltissimi in queste settimane i bambini rimasti a casa dall'asilo con diverse patologie. Non solo virus sinciziale ma anche casi di otite, [...]
Cronaca
03 December - 08:24
Gli acquirenti, dopo aver visionato i veicoli su internet si recavano per dei giri di prova in concessionaria. A quel punto consegnavano agli [...]
Cronaca
03 December - 07:42
E' successo nel tunnel tra Laives e Bronzolo. Sulla dinamica esatta dell'incidente sono in corso le verifiche da parte dei carabinieri di Egna
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato