Contenuto sponsorizzato

Maratona vaccinale, incognite su visite e prenotazioni. Ferro: “Sospensioni limitate ad alcune attività”. Fugatti: “Qualcuno che si lamenta ci sarà sempre”

Per l’iniziativa “spot” della maratona vaccinale Pat e Apss hanno messo in campo sforzi notevoli ma non mancano le difficoltà organizzative: sono decine e decine le segnalazioni dei cittadini. La replica di Fugatti: “Non saranno sicuramente tre articoli di chi si lamenta a cambiare il sentiment dei trentini”. Ferro però conferma: “Le sospensioni dovrebbero essere limitate ad alcune attività il lunedì e il martedì”

Di Tiziano Grottolo - 30 novembre 2021 - 05:01

TRENTO. Negli ultimi 5 giorni in Trentino sono state somministrate 11.228 dosi, con una media di 2.245 ogni 24 ore. Ora la Provincia vuole arrivare a somministrarne 100mila nello stesso periodo di tempo in quella che è stata ribattezzata dal presidente della Provincia Maurizio Fugatti “maratona vaccinale”. Uno “spot” che potrebbe portare lustro alla Giunta leghista e all’Azienda sanitaria, il contraltare però sono i problemi riscontrati da molti utenti e le carenze organizzative, soprattutto legate alla difficoltà di reperire personale (peraltro già duramente provato), che si ripercuotono a cascata su tutto il sistema.

 

“È chiaro che ci saranno problemi organizzativi ma questo è facile da comprendere”, afferma Fugatti che poi aggiunge: “Per risolvere i problemi organizzativi bastava posticipare la cosa di 15 giorni così avremmo sicuramente avuto più tempo per farlo, avremmo sicuramente organizzato meglio le cose e avremmo sicuramente spigato meglio ai trentini tante altre cose”. Quindi perché tutta questa fretta se poi il risultato è che gli utenti registrano disagi, alcune prestazioni rischiano di saltare e la Provincia deve cercare 120 volontari fra i suoi dipendenti per garantire le funzioni organizzativo/amministrative connesse alla maratona vaccinale?

 

Perché avremmo perso 15 giorni”, dice il presidente della Pat. Più articolata la risposta di Antonio Ferro direttore generale facente funzione dell’Azienda sanitaria provinciale: “Perché prima li facciamo prima aumentano le coperture, ogni giorno che passa c’è una perdita di protezione immunitaria, ogni giorno perso sono persone in più che possono contagiarsi. Se avessi potuto farla domani – prosegue il dirigente sanitario – l’avrei fatta partire è che organizzativamente non è fattibile. Questi 5 giorni dovrebbero aiutarci a ricostituire le difese del Trentino per riuscire anche a farci fare delle vacanze e una prossima stagione invernale più sicura”.

 

Pur di raggiungere quota 100mila dosi i cittadini potranno disdire un appuntamento preso in precedenza per riprenotarsi durante la maratona vaccinale. Così si incrementeranno anche le statistiche. Nel frattempo però sono decine e decine le segnalazioni da parte dei cittadini che hanno difficoltà sia nel prenotare alcune visite specialistiche che per ottenere un appuntamento per la vaccinazione.

 

“Sulle problematiche del Cup – la replica di Fugatti a una precisa domanda de Il Dolomiti mi rimetto alla saggezza e allo spirito civico del popolo trentino, è chiaro che qualcuno che si lamenta si troverà sempre. Stiamo facendo un’operazione straordinaria in un momento molto difficile, in un tempo dove il personale sanitario è già sotto stress. È chiaro che qualcosa che non va si troverà sempre. I trentini capiscono questa situazione e non si faranno mettere in difficoltà da qualche caso che c’è stato, c’è e ci sarà di qualcuno che ha problematiche di iscrizione, di visite che vengono fatte in ritardo o altro. Non saranno sicuramente tre articoli di chi si lamenta di questo a cambiare il sentiment dei cittadini trentini che nell’ultimo periodo hanno conosciuto l’efficacia e l’efficienza del sistema sanitario trentino”. Eppure nell’ultimo anno le ombre sull’azienda sanitaria trentina non sono mancate, dai dati sui “reali” contagi da Sars-Cov-2 alla vicenda Sara Pedri, passando per il “caso Nava”, le dimissioni di Benetollo e la fisiologica somministrata al posto del vaccino solo per citare i fatti più eclatanti.

 

Durante la maratona vaccinale inoltre, si preannunciano delle sospensioni per alcuni servizi. “Le sospensioni – conferma il dg di Apss Ferro – dovrebbero essere limitate ad alcune attività il lunedì e il martedì. In questo momento stiamo accogliendo le adesioni e organizzandoci. Garantiamo assolutamente tutte le prestazioni urgenti e cerchiamo anche di rispondere a quelle che erano programmate, eventualmente cercheremo di sospendere qualcosa relativamente alla parte ambulatoriale”. In pratica a essere sospese saranno alcune attività definite meno rilevanti, anche se è comprensibile che chi si vedrà saltare l’appuntamento non sarà contento.

 

Ci sarà una piccola sospensione – ribadisce Ferro – ma il nostro obiettivo è salvare la sanità trentina da questa onda che lentamente sta crescendo. In questo ultimo periodo abbiamo avuto circa 6 ricoveri al giorno oltre ai contagi e alle persone in rianimazione che sono tutte non vaccinate. L’aumento dei ricoveri da Covid rischia di far saltare le prestazioni programmate verso coloro che hanno problemi gravi come i malati oncologici, per questo vogliamo continuare le attività nei confronti della popolazione che veramente ha bisogno. Noi ci stiamo organizzando in tutti i modi, anche i trentini però devono farlo per prenotarsi e per trovare quella mezz’ora di tempo per venire a vaccinarsi”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 gennaio - 16:50
Sono stati trovati 1.586 positivi a fronte di 11.365 tamponi. E' stato registrato 1 decesso nelle ultime 24 ore. Cala il numero delle classi in [...]
Ricerca e università
28 gennaio - 15:43
Entro il 2050 si potrebbe non sciare più su neve naturale a Cortina e Torino, così come in altre delle 21 località che ospitano i Giochi [...]
Cronaca
28 gennaio - 16:16
L'allerta è scattata all'area di servizio Paganella Ovest lungo l'Autostrada del Brennero. Tempestivo l'arrivo della macchina dei soccorsi per [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato