Contenuto sponsorizzato

Vaccini anti-Covid, per alcuni utenti problemi con le prenotazioni. Degasperi: “Appuntamenti in ritardo anche per i tamponi”

Sulle vaccinazioni in poche ore si sono registrate migliaia di prenotazioni ma per la terza dose molti utenti faticano a trovare un appuntamento e in alcuni casi si deve attendere fino a gennaio 2022. Degasperi: “Gravi ritardi negli appuntamenti”

Di T.G. - 23 novembre 2021 - 13:26

TRENTO. Procede a ritmi serrati la campagna vaccinale trentina mentre nelle ultime ore anche alcuni irriducibili si sono convinti a prendere un appuntamento per sottoporsi alla prima dose. Nel frattempo l’Azienda sanitaria ha aperto la possibilità di vaccinarsi con la terza dose anche per la fascia degli over 40. Alle 21e30 di ieri (22 novembre), le prenotazioni fra gli over 40 erano già più di 4.000.

 

Probabilmente è proprio per questo che alcuni utenti stanno riscontrando delle difficoltà con le prenotazioni. Diverse persone infatti, stanno riscontrando delle difficoltà per trovare una sede vaccinale vicino casa. In particolare il problema sembrerebbe riguardare le terze dosi. Per avere un appuntamento al centro vaccinale dell’ex manifattura di Rovereto per esempio in alcuni casi c’è da attendere fino all’11 gennaio. A Trento c’è da aspettare fino al 25 novembre. L’alternativa è spostarsi sui centri periferici ma la soluzione può essere complicata soprattutto per le persone più anziane. Ad ogni modo, guardando al bicchiere mezzo pieno, significa che la gente si sta vaccinando e che viene data priorità a chi deve effettuare la prima dose o quella di richiamo.

Ad ogni modo, sul tema, il consigliere provinciale Filippo Degasperi ha depositato un’interrogazione. “Nonostante l’enfasi con cui Azienda sanitaria e Assessorato propagandano di presidiare la prevenzione contro il Covid – spiega il leader di Onda Civica – chi vorrebbe ottenere la somministrazione secondo la decorrenza dei termini indicati (6 mesi dalla seconda dose), risulta impossibile prenotare appuntamenti a Trento. I software tanto magnificati consentono infatti di prenotare a Borgo Valsugana, a Malè, a Cavalese, a San Martino di Castrozza, a Cles e Tione”.

 

La medesima situazione è stata segnalata da diversi utenti. “A ciò si aggiungono gravi ritardi negli appuntamenti fissati per le effettuazioni dei tamponi al drive-through di Trento Sud – prosegue Degasperi – dove a oggi esiste una sola postazione operativa, nonostante nelle ultime settimane le necessità di rilevare l’eventuale contagio si siano moltiplicate”.

 

I possibili disguidi però possono avere diverse spiegazioni. Per esempio fra la seconda e la terza dose devono necessariamente trascorrere almeno 180 giorni, pertanto il sistema dell’Apss si comporta di conseguenza. Inoltre, come già anticipato, un certo numero di posti sono tenuti per chi deve ancora sottoporsi alla prima dose per i quali viene prenotata in contemporanea anche la seconda dose.

 

Non solo, perché nell’arco della giornata di ieri le prenotazioni erano state quasi 10mila. Il fatto è che l’Azienda sanitaria deve aprire dei posti per le prenotazioni in base alle disponibilità di personale e tenendo conto delle scadenze per la somministrazione dei vaccini. Per esempio quando una persona prenota la prima dose il sistema dell’Apss tiene in considerazione il fatto che dovrà fare anche quella di richiamo.

 

In altre parole, anche alla luce delle molte prenotazioni registrate nelle scorse ore, chi in questi giorni non ha trovato un appuntamento in una sede vicina o troppo in avanti nel tempo potrebbe trovare posto continuando a controllare le prenotazioni disponibili perché l’Apss continua ad aprire nuovi slot in base alle disponibilità del personale.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 7 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
08 dicembre - 13:53
Manica ha confrontato le due convenzioni per i concerti di Vasco Rossi: “Mentre il Comune di Modena aveva previsto delle forme di indennizzo che [...]
Cronaca
08 dicembre - 10:46
Le persone a bordo dell’auto stavano percorrendo la strada del Passo Mendola quando il guidatore ha perso il controllo del mezzo che è finito [...]
Cronaca
08 dicembre - 11:54
Sono 95 i pazienti che si trovato ricoverati nei normali reparti ospedalieri. Salgono a 72 quelli presenti nelle strutture private convenzionate e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato