Contenuto sponsorizzato

Covid, ieri 49 classi in Dad oggi sono 70, in una settimana 2.500 studenti positivi. Fugatti: ''Teniamo monitorato ma vogliamo restare in presenza''

Il presidente della Provincia e il dirigente Ceccato hanno fatto il punto sulla situazione attuale. A livello di sanitari serve personale e per questo sono stati chiusi i punti nascita di Cles e Cavalese

Pubblicato il - 14 gennaio 2022 - 13:18

TRENTO. ''Sulla scuola teniamo monitorato il numero delle classi che ogni giorno entrano in Dad. Fino a ieri erano 49 però la volontà nostra è quella di fare il più possibile per mantenere la scuola in presenza questo di fronte a un livello del contagio che colpisce i giovani e c'è''. Il presidente Fugatti spiega con queste parole l'intenzione della sua amministrazione, in linea con quanto previsto a livello nazionale, di tenere la scuola in presenza il più a lungo possibile. La situazione generale non è buona ed è ancora, purtroppo, in peggioramento con altri 2.000 positivi in 24 ore e altri 2 decessi a referto.

 

E il punto preciso sulla situazione nelle scuole è stato fatto dal dirigente Ceccato che ha chiarito: ''Oggi tra i contagi trovati oltre 400 sono tra studenti e confermano il trend delle giornate. Il che porta nell'ultima settimana circa 2.500 contagiati, più della scorsa che erano 2.000. Dalle 49 classi di ieri siamo passate a 70 che sono in Dad e domani ci aspettiamo ce ne saranno altre 20-25. A livello di personale insegnante: abbiamo circa 500 insegnanti contagiati. Bisogna capire se siamo al picco o se le prossime settimane proseguirà la crescita''. 

 

Da questo dipenderà la scuola in presenza o meno. Ed è così che in prospettiva sono già stati chiusi i punti nascite di Cles e Cavalese. ''Sappiamo che abbiamo bisogno di personale sanitario che è in calo, calo dovuto al fatto che ci sono quelli non vaccinati e poi ci sono quelli positivi. E' un'emergenza, si tratta di un'emergenza che dobbiamo affrontare con concretezza. Appena la situazione si rasserenerà e siamo tutti in attesa del picco di Omicron che dovrebbe essere nelle vicinanze, garantiamo che tornati alla normalità i punti nascita saranno riaperti''.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 20 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 gennaio - 19:59
Trovati 2.669 positivi, 3 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 2.449 guarigioni. Sono 165 i pazienti in ospedale. Tutti i Comuni sul [...]
Cronaca
20 gennaio - 19:34
Il Partito democratico ha presentato in Consiglio un ordine del giorno (bocciato con voto contrario della maggioranza) in cui si chiedeva in [...]
Montagna
20 gennaio - 20:46
Gli esperti del Muse hanno raccolto la versione di Martino Raineri il proprietario del setter ucciso dal branco a Folgaria: “Per tutto il tempo i [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato