Contenuto sponsorizzato

Ghiacciaio dell’Adamello, "In 33 anni ha perso una superficie pari a 570 campi da calcio". Il VIDEO che mostra il suo ritiro

Le ultime due estati (2020 e 2021) sono state contraddistinte da perdite ben sopra la media: 5,1 metri nel 2020 e 5,9 metri nel 2021. Il ritiro frontale, misurato storicamente dalla Commissione Glaciologica Sat, vede un ritiro di 12 metri nel 2020 e 23 metri nel 2021. "Da quando, 14 anni fa, il Servizio Glaciologico Lombardo ha iniziato a misurare la fusione superficiale il ghiacciaio in questa porzione ha perso circa 65 metri di spessore, un dato impressionante"

Di Lucia Brunello - 11 novembre 2021 - 16:56

TRENTO. Il ghiacciaio dell’Adamello/Mandrone altro non è che una imponente lingua di ghiaccio che scende verso la Val Genova. Negli ultimi anni il processo di ritiro del ghiacciaio è stato accelerato dai cambiamenti climatici. Una triste realtà conosciuta, che salta all’occhio ancor di più grazie al confronto tra fotografie (come abbiamo mostrato in questo articolo) o a dei video fatti con la tecnica del timelapse, come in questo caso.

“La fronte, che arriva ancora oggi a 2.600 metri di quota, sta subendo da anni una contrazione molto accelerata a causa delle alte temperature estive e dalla riduzione del trasferimento di massa dai bacini più elevati, dove la neve fatica sempre di più a conservarsi e quindi a produrre nuovo ghiaccio”, si legge sulla pagina facebook del SGL - Servizio Glaciologico Lombardo. “Da quando, 14 anni fa, SGL - Servizio Glaciologico Lombardo ha iniziato a misurare la fusione superficiale grazie a una coppia di paline ablatometriche, il ghiacciaio in questa porzione ha perso circa 65 metri di spessore, un dato impressionante, ma simile a molte altre fronti glaciali alpine. Si tratta di oltre 4,5 metri all’anno, valore reso ancora più visibile dal timelapse per le ultime due estati contraddistinte da perdite ben sopra la media: 5,1 metri nel 2020 e 5,9 metri nel 2021. Il ritiro frontale, misurato storicamente dalla Commissione Glaciologica Sat, vede un ritiro di 12 metri nel 2020 e 23 metri nel 2021”.

 

“Nel suo complesso il ghiacciaio dell’Adamello ha perso una superficie pari a 570 campi da calcio (4 chilometri quadrati) in soli 33 anni. Questi numeri, resi visibili, almeno per gli ultimi due anni, dal video, rendono forse più chiaro ed evidente il reale problema del ghiacciaio, ovvero l’intensità e la durata della fusione estiva. Questo è il vero processo che agisce in modo inesorabile consumando i nostri ghiacciai, e molto meno evidente per l’occhio umano rispetto a singoli modesti “collassi” di qualche blocco di ghiaccio che non hanno praticamente alcuna incidenza sul ritiro del ghiacciaio”.

 

Il video è stato realizzato in collaborazione tra il Servizio Glaciologico Lombardo – Sgl e la Commissione Glaciologica Sat con il supporto di Enlaps (time-lapse camera Tikee) e del progetto On the Trail of the Glaciers dell’associazione Macromicro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 gennaio - 12:57
Sul posto si sono portati diversi agenti di polizia in tenuta antisommossa e la Guardia di Finanza. La protesta è iniziata attorno a mezzogiorno, [...]
Cronaca
23 gennaio - 10:07
In Italia il tasso di mortalità fra gli over 12 non vaccinati è di 52,9 decessi ogni 100.000, circa 33 volte più alto rispetto a quello di chi [...]
Cronaca
23 gennaio - 11:13
L’avvertimento della polizia locale: “Sono in corso di identificazione gli autori dei vandalismi ai danni delle luminarie”
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato