Contenuto sponsorizzato

Lega primo partito raddoppia i voti del Pd. Stelle Alpine al 10%, M5S sfiora il 7% e Futura lo supera

Primi risultati delle liste con il 10% delle sezioni scrutinate. Trionfa la Lega, insegue il Pd. Terzo il Patt e Futura che si gioca il quarto posto con i 5 Stelle. Percentuali basse per i piccoli partiti del centrodestra 

Pubblicato il - 22 ottobre 2018 - 10:46

TRENTO. Continua lo spoglio dei voti in tutto il Trentino, ormai sopra il 10% dei risultati delle 529 sezioni diffuse su tutto il territorio provinciale. Tra i candidati presidente Maurizio Fugatti è nettamente avanti a Giorgio Tonini, il primo oltre il 45% dei suffragi e il secondo che non supererebbe il 30%. Dati ancora parziali ma che forniscono una prima indicazione sul risultato finale.

 

Per quanto riguarda le percentuali delle liste in corsa, con il 10% delle sezioni scrutinate, la Lega è in testa con oltre il 25%, il Partito Democratico attorno al 15%, il Patt oltre il 10%, Futura oltre il 7% e i 5 Stelle sfiorano il 7%. Per ora irrisorio il risultato delle liste di sinistra a sostegno di Antonella Valer.

 

Dai primi risultati, il trionfo della Lega avrebbe 'cannibalizzato' i voti degli altri partiti della coalizione di centrodestra, con percentuali molto basse per tutti gli altri alleati. Solo Progetto Trentino sarebbe vicino al 5%, mentre tutti gli altri sotto il 4%.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 gennaio - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

26 gennaio - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato