Contenuto sponsorizzato

Tunnel del Brennero, già stato scavato per il 35% e contratti affidati per 2,2 miliardi di euro ma Fraccaro lo vuole chiudere

Il ministro del Movimento 5 Stelle ieri a Bolzano ha rispolverato un suo vecchio cavallo di battaglia creando sconcerto. Il sottosegretario alle infrastrutture ha ribadito che ''l'opera non è sostenibile sul piano costi e benefici'' ma quattro mesi fa il ministro alle infrastrutture Toninelli diceva: ''Opera di utilità fondamentale''

Di Luca Pianesi - 19 ottobre 2018 - 12:20

TRENTO. ''Bloccheremo i lavori al Tunnel del Brennero'', ''l'opera non è sostenibile sulla base delle analisi costi-benefici'', ''il Pd ha secretato per 8 anni lo studio Public Healt'', piuttosto ''rendiamo il trasporto locale gratuito''. Queste le dichiarazioni del ministro della democrazia diretta Riccardo Fraccaro e del sottosegretario alle infrastrutture Michele dell’Orco. Dichiarazioni ''a 5 Stelle'' (subito rispedite al mittente da Salvini e la Lega) che cozzano con quelle del ministro competente, Toninelli (che evidentemente non era al corrente di tutti i ''segreti'' nascosti in chissà quale cassetto che da sempre conoscono i suoi colleghi di partito) che 4 mesi fa attraverso una nota del Mit (ministero delle Infrastrutture), confermava il valore strategico della realizzazione dell’opera ferroviaria da 8,3 miliardi (lavori in corso, completamento previsto nel 2027)

 

Il ministro usava queste parole e le metteva per iscritto nella nota del Mit: ''Gli impegni finanziari di lungo termine sul corridoio del Brennero, nell’ambito della stategia Ten-T, rappresentano una sfida fondamentale per connettere meglio le varie aree d’Europa. E daranno benefici enormi alla nostra economia, considerando che circa il 70% dell’import-export italiano passa per l’arco alpino. La realizzazione del tunnel di base del Brennero e quella del primo lotto della linea di accesso (da Fortezza a Ponte Gardena) sono rispettivamente in corso di realizzazione e già avviata dal Cipe, e rappresentano opere di utilità fondamentale". In parallelo, aggiungeva il Mit, occorre definire in modo razionale e trasparente, con analisi costi-benefici, con quali modalità sarà necessario procedere alla realizzazione della restante tratta d’accesso (da Verona a Ponte Gardena). E si valuterà in tal senso anche l’opportunità di partecipare a bandi per accedere ai finanziamenti europei.

 

Insomma Toninelli era entusiasta dell'opera e aggiungeva che tutt'al più si valuterà, con analisi costi-benefici, le modalità per procedere (dunque nemmeno in questo caso la costruzione non viene messa in discussione) alla realizzazione della tratta Verona - Ponte Gardena. Ma le analisi costi-benefici per Fraccaro sarebbero già evidenti (il riferimento è allo studio del Politecnico di Milano) ed è dal 2015 che porta in giro per il Trentino Alto Adige questi dati senza essere mai stato preso troppo sul serio. Oggi però è un ministro e le sue dichiarazioni assumono un peso molto più importante

 

Sono importanti in primis per le oltre 600 persone che stanno lavorando da anni a quella che è considerata una delle più importanti infrastrutture in corso di realizzazione in Europa; sono importanti per le oltre 50 ditte che hanno vinto appalti, fatto investimenti e calibrato la loro vita lavorati su quest'opera (molte delle quali locali); sono importanti per tutti quelli che sperano che un giorno, finalmente, si potrà trasferire parte del traffico pesante che oggi viaggia su gomma (che a periodi alterni blocca completamente l'Autostrada del Brennero e che ciclicamente viene addirittura fermato dall'Austria per l'eccessivo carico di traffico) su rotaia; sono importanti anche per chi spera, un giorno, di poter veder diminuiti inquinamento atmosferico e acustico e di poter viaggiare su autostrade più sicure perché meno trafficate e con meno tir.

 

 

 

 

 

A giugno, tra l'altro (quindi parliamo di quattro mesi fa) quando Toninelli faceva le sue dichiarazioni, l'opera da 8,3 miliardi era già al 35% della sua realizzazione: dei 230 chilometri del Brenner Basistunnel ne erano già stati scavati 81. Di questi 23 chilometri di gallerie principali30 di cunicolo esplorativo e 28 di altre gallerie. E i costi? L’opera dovrebbe valere circa 8,384 miliardi di euro. Di questi il 40% a carico dell’Unione Europea e il 60% suddiviso tra Italia ed Austria. E le imprese locali? A giugno erano stati assegnati 2,247 miliardi di euro di appalti totali, il 70% dei quali (poco oltre 1,5 miliardi di euro) affidati a joint venture con all'interno anche imprese locali.

 

E l'ambiente? All'interno dei costi sono previste misure di compensazione per circa 50 milioni di euro e misure di mitigazione dei disturbi generati dalle attività di cantiere per ulteriori 6,1 milioni di euro (qui i dettagli). Sul tema si è espresso anche l’europarlamentare Svp Herbert Dorfmann, che è anche Obmann della valle Isarco. "Sono convinto che il tunnel di base del Brennero porterà con sé un valore aggiunto. La popolazione della Valle Isarco deve al momento sopportare rumore ed emissioni inquinanti causate ogni anno dal transito di 2,2 milioni di tir e milioni di auto che percorrono la tratta del Brennero e confida che questa situazione inaccettabile si rivolva almeno in parte. È irresponsabile che un ministro, peraltro eletto in Trentino, suggerisca in questo modo che il trasporto pubblico diventi gratuito. Perché detto così equivale ad affermare che si può risolvere il problema dei cinquanta milioni di tonnellate di merci che passano dalla nostra tratta caricandole su bus e treni gratuiti''. 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.00 del 11 Agosto
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 agosto - 05:01

Un servizio che prima dell'arrivo di Covid-19 ha coinvolto oltre 1.200 piccoli, mentre nel corso questa estate atipica per la pandemia il numero di iscritti si è abbassato a circa 600 bimbi. L'assessora Chiara Maule: "Non riusciremo a garantire il servizio a tutti i potenziali interessati, ma lavoriamo per allargare il più possibile la platea di beneficiari. A giorni arriverà una comunicazione a riguardo"

15 agosto - 08:38

I genitori del ragazzino hanno lanciato l'allarme intorno alle 17.20. Subito il soccorso alpino si è mobilitato per andare a cercarlo con squadre di terra lungo i sentieri

14 agosto - 17:44

Nell'elaborazione dei dati fatta dall'Azienda sanitaria, le donne sono state "più diligenti" degli uomini nel prendere parte ai test Covid. Diversa, invece, la situazione per quanto riguarda le lavoratrici e i lavoratori agricoli. Su 1.168 tamponi, sei hanno dato esito positivo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato