Contenuto sponsorizzato

Contro il clima d’odio le “sardine” scendono in piazza a Trento e ora la data è ufficiale. Sui social già 8500 adesioni

L'onda partita da Bologna contro le politiche che fomentano odio e discriminazioni sta coinvolgendo migliaia di persone: “Piazza Duomo si trasformerà in un mare accogliente, colorato, inclusivo, vivace e rispettoso per dimostrare a tutti che anche la nostra città non abbocca”

Foto della manifestazione di Bologna
Di Tiziano Grottolo - 25 novembre 2019 - 19:35

TRENTO. “Trento non abbocca” è questo il grido di battaglia delle sardine che scenderanno in piazza il prossimo 6 dicembre, a Trento. Sull’omonimo gruppo Facebook le sardine trentine hanno raggiunto quota 8500 adesioni, un “banco” di dimensioni enormi, certo, ciò non significa che in piazza scenderà lo stesso numero di persone ma comunque le premesse affinché la manifestazione riesca bene ci sono tutte.

 

Le sardine si definiscono una forma di azione collettiva non istituzionalizzata, spontanea e fluida: “Questo vuol dire che esprimiamo attraverso forme di comportamento collettivo – la piazza ne è un esempio – le nostre idee o ciò che non ci va bene”. E fra le cose che sicuramente non vanno bene c’è il clima d’odio che si sta diffondendo nel paese “stiamo assistendo a una polarizzazione dell’opinione pubblica – sottolinea Lorenzo Lanfranco uno dei portavoce – assistiamo con troppa frequenza a forme di odio diffuso e alla sua strumentalizzazione da parte di politici e personaggi pubblici”.

 

È proprio da questa considerazione che ha preso piede “l’azione collettiva” nata un po’ per scherno ma che giorno dopo giorno diventa una faccenda sempre più seria. Nel centro del mirino è finita la politica “noi siamo cittadini, sta a noi ricordare ai nostri rappresentanti quali sono i limiti – continua Lanfranco – sta a noi fare capire ai politici quando determinati comportamenti non ci vanno più bene”.

 

Ma dunque perché le sardine sono così determinate a scendere in piazza? L’idea è quella di riorganizzare le idee e costruire qualcosa di nuovo, perché sono in molti a non sentirsi rappresentati da certi valori che si stanno imponendo nel dibattito pubblico e quella di Trento sarà l’occasione per dimostrarlo.

 

Appuntamento quindi per Venerdì 6 dicembre dalle 18, “Piazza Duomo si trasformerà in un mare accogliente, colorato, inclusivo, vivace e rispettoso – annunciano gli organizzatori dell’evento – questo sarà il nostro modo di dimostrare a tutti che anche la nostra città non abbocca”. Le sardine fanno solo un'unica raccomandazione "niente bandiere" perchè il movimento è apartitico, ma non apolitico, per il resto ognuno potrà portare la sua sardina colorata. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 gennaio - 05:01

L'assessore mostra di credere di più nella logica dei numeri e della quantità che in quella della qualità: ''Una destinazione turistica che ha meno di 1 milione di presenze non ha un peso specifico sufficiente per posizionarsi sul mercato mentre è da 3 milioni di presenze che abbiamo la forza per stare sul mercato da veri protagonisti''. Ma la strategia che si vuole perseguire qual è? Quella di una ''riminizzazione'' del territorio? E a Bolzano che hanno 76 enti invece che i 20 trentini sbagliano?

28 gennaio - 19:24

Approvata la mozione proposta da De Menech (Partito democratico) contro lo spopolamento della montagna: “Negli ultimi 20 anni varati dei provvedimenti per contrastare il fenomeno, ma non sono stati sufficienti. Vogliamo stimolare il governo ad aumentare l’impegno”. Il ministro: "Venerdì prossimo ci saranno gli Stati generali sulla Montagna, importante occasione per confrontarci e affrontare nodi ancora irrisolti"

28 gennaio - 18:57

La skiarea trentina di Pejo3000, la prima al mondo a mettere al bando i prodotti plastici, ha lanciato una campagna di comunicazione molto particolare: su piste e impianti sono stati collocati pannelli informativi con le frasi più celebri di molti “big” del passato per sensibilizzare gli sciatori ad abbandonare l'uso della plastica

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato